Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Documentazione e modulistica uffici

Tu sei qui: Home / Ente / La struttura della Provincia / Documentazione e modulistica uffici / Caccia / Esami di abilitazione esercizio venatorio

Esami di abilitazione esercizio venatorio

pubblicato il 08/08/2018

Esami di abilitazione esercizio venatorio - ANNO 2019


 

La domanda va indirizzata alla Regionbe Veneto, utilizzando il modulo allegato, in carta resa legale con marca da bollo da € 16,00.

E' possibile autocertificare l'assolvimento dell'obbligo dell'imposta di bollo mediante l'apposito modulo scaricabile dal sito (art.46 del DPR 445/2000).

Si sollecitano le associazioni ed i cittadini che inviano le domande ancora in cartaceo ad utilizzare le modalità previste dall’art. 65 del CAD, cioè di inviare le domande e i documenti allegati tramite posta elettronica certificata (PEC); tale modalità è perfettamente valida, al pari dell’invio cartaceo.

Nella domanda devono essere indicate:

- le generalità complete, l'indirizzo e i recapiti telefonici ed e-mail (obbligatoria);

- il tipo di esame che si intende sostenere completando, altresì, le auto-certificazioni richieste.

Per i minorenni:

E' iscrivibile all'esame di abilitazione all'esercizio venatorio il minore che raggiunge la maggiore età entro sei mesi dalla presentazione della domanda, purché, i genitori lo abbiano autorizzato a presentare domanda, e abbiano certificato in sua vece quanto dal figlio dichiarato nella domanda stessa.

Per quanto riguarda l'idoneità al maneggio delle armi per i minorenni, nella domanda va dichiarato di essere in possesso della attestazione, rilasciata da un Tiro a Segno Nazionale, di  frequenza del corso regolamentare di tiro con il conseguente superamento dell'esame di idoneità al maneggio delle armi con prove pratiche con armi corte e lunghe. (Art. 8, Statuto UITS, D. Min. Difesa del 31.5.2001; Art. 42 DPR 445/2000; Art. 251, DL 66/2010);

Alla domanda devono essere allegati i seguenti documenti:

  1. fotocopia del Certificato medico (D.M. 28.04.1998) rilasciato dall'ULSS di residenza del richiedente, attestante l'idoneità psico-fisica all'esercizio venatorio; non è richiesto il Certificato Medico quando si sia già in possesso e in corso di validità del libretto di licenza per l'esercizio dello sport del tiro a volo, del porto d'armi per motivi di servizio e di difesa personale;

  2. ATTENZIONE!
    il certificato medico di idoneità è valido tre mesi dalla data della domanda (D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 104)
  3. fotocopia della Carta d'Identità;

  4. fotocopia del Codice Fiscale;

  5. se del caso, in sostituzione dell'auto-certificazione del Diploma di idoneità al maneggio delle armi o per i minorenni, della Dichiarazione di idoneità, presentare fotocopia del Libretto di porto d'armi per uso sportivo, o Congedo Militare o Stato di Servizio.

Visto il DPR 445/2000, art.40 e alla luce dell'entrata in vigore della Legge 12 novembre 2011, n. 183, recante disposizioni per la “decertificazione” nei rapporti fra P.A. e privati, si informa che:

  • non si deve più presentare per l'esame di abilitazione all'esercizio venatorio il Diploma o la Dichiarazione di idoneità al maneggio delle armi, ma è sufficiente auto-certificare nella domanda l'avvenuto conseguimento; sarà cura della Provincia verificare l'autenticità dell'autocertificazione;

  • non si deve più presentare alla Questura, né agli Ambiti Caccia o Comprensori Alpini, il Patentino di abilitazione all'esercizio venatorio, perchè sarà comunicato d'ufficio dalla Provincia.

Il candidato che, comunque, desiderasse il rilascio del Patentino, all’atto della convocazione per sostenere gli esami dovrà consegnare al segretario della Commissione una marca da bollo da € 16,00. Sul Patentino sarà comunque evidenziata la dichiarazione: "Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi"

Domanda per sostenere soltanto la prova integrativa per l'esercizio venatorio in Zona Alpi

La domanda va indirizzata al Presidente della Provincia, utilizzando il modulo allegato, in carta resa legale con marca da bollo da € 16,00.

E' possibile auto-certificare l'assolvimento dell'obbligo dell'imposta di bollo mediante l'apposito modulo scaricabile dal sito (art.46 del DPR 445/2000).

Si sollecitano le associazioni ed i cittadini che ci inviano le domande ancora in cartaceo ad utilizzare le modalità previste dall'art. 65 del CAD, cioè di inviarci le domande e i documenti allegati tramite posta elettronica; tale modalità è perfettamente valida, al pari dell'invio cartaceo.

Nella domanda devono essere indicate:

- le generalità complete, l'indirizzo e i recapiti telefonici ed e-mail (obbligatoria);

- specificare che trattasi di esame integrativo per l'abilitazione in Zona Alpi, completando, altresì, le auto-certificazioni richieste.

Alla domanda devono essere allegati i seguenti documenti:

  1. fotocopia del Libretto di porto d'armi per uso caccia.

  2. fotocopia della Carta d'Identità;

  3. fotocopia del Codice Fiscale;

Visto il DPR 445/2000, art. 40 alla luce dell'entrata in vigore della Legge 12 novembre 2011, n. 183, recante disposizioni per la “decertificazione” nei rapporti fra P.A. e privati, si informa che: non si deve più presentare ai Comprensori Alpini il Patentino di abilitazione all'esercizio venatorio in Zona Alpi, perchè sarà comunicato d'ufficio dalla Provincia.

Il candidato che comunque desiderasse il rilascio del Patentino, all’atto della convocazione per sostenere gli esami dovrà consegnare al segretario della Commissione una marca da bollo da € 16,00. Sul Patentino sarà evidenziata la dichiarazione: "Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi"

ALTRE AVVERTENZE

Documenti originali da presentare il giorno della convocazione per sostenere l'esame:

senza altra ulteriore comunicazione da parte della Provincia, pena l’esclusione dall’esame di abilitazione, il candidato è tenuto a esibire in visione tutti i documenti in originale o in copia autenticata che ha presentato in fotocopia all'atto della domanda di ammissione.

Convocazione agli esami:

la convocazione agli esami avverrà per singolo candidato e almeno 10 giorni prima degli esami e per posta elettronica; fa testo la data di spedizione.

Il giorno degli esami, pena la non ammissione, si raccomanda ai candidati di presentarsi con un abbiagliamento rispettoso e consono al luogo e all'evento.

Si ricorda che è vietato parcheggiare nel cortile interno di Palazzo Arnaldi.

Assenza alla convocazione per sostenere l'esame:

  • Il candidato, nel caso in cui non possa presentarsi all'esame, dovrà comunicarlo per iscritto, con preavviso di almeno 5 giorni lavorativi (all'indirizzo e-mail: caccia@provincia.vicenza.it , oppure per posta ordinaria o consegnata a mano). In tal caso, il candidato sarà convocato per la prima seduta utile successiva, fermo restando il diritto di precedenza delle domande già presentate degli altri candidati.    Il ripetersi continuato e per più di 3 volte di assenze giustificate comporterà l'annullamento della domanda e la necessità di ripresentarla nuovamente.
  • L'assenza ingiustificata alle prove d'esame, per qualsiasi motivo, comporterà la necessità di ripresentare la domanda.

Ripetizione dell'esame:

Il candidato che sia stato giudicato inidoneo, qualora intenda ripetere l'esame abilitante, dovrà ripresentare domanda, e potrà sostenere di nuovo la prova non prima che siano trascorsi 3 mesi, compatibilmente con il calendario di esami.

Per sostenere l'esame di abilitazione nell'anno 2019, è necessaria la presentazione delle domande entro e non oltre: venerdì 30 agosto 2019.

Tempi di convocazione all'esame: entro 60 giorni dalla presentazione della domanda o, nel caso di domanda incompleta, dalla data di completamento della medesima.

Le uniche deroghe ai 60 giorni sono previste:

  • per l'inizio della sessione d'esami annuale, fatta salva la presentazione di un numero adeguato di domande;
  • per l'eventuale sospensione della sessione d'esami annuale nel mese di luglio e agosto;
  • per i candidati che richiedano di ripetere l'esame non superato nell'anno in corso e che non abbiano superato il periodo previsto di 3 mesi trai due esami.

Le eventuali domande presentate fuori tempo massimo (30 agosto) saranno accolte, ma verranno soddisfatte nella successiva sessione primaverile.

 

ORARIO APERTURA SALA ESAMI CACCIA

Contrà SS. Apostoli, 18 – Vicenza c/o P.zo Arnaldi

apertura dal 2 Gennaio 2019 al 31 Ottobre 2019

  • Lunedì, Mercoledì e Venerdì: dalle 8:30 alle 13:00

  • Martedì e Giovedì: dalle 8:30 alle 17:00
  • Sabato, Domenica e Festivi: Chiuso

N. B.: i gruppi di visitatori, superiori alle 3 unità, hanno l'obbligo di prenotazione.

Per le prenotazioni, telefonare al seguente numero: 0444.908653 (Valter Fanton).