Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Funzioni

Tu sei qui: Home / Ente / La struttura della Provincia / Funzioni / Ambiente / Autorizzazione Impianti di Depurazione di Seconda Categoria

Autorizzazione Impianti di Depurazione di Seconda Categoria

pubblicato il 27/04/2010

 

Impianti di depurazione di acque reflue urbane di seconda categoria fino a 1.000 abitanti equivalenti

depuratore_sec.jpg

L'autorizzazione è necessaria per gli impianti di depurazione di acque reflue urbane di potenzialità inferiore ai 1.000 abitanti equivalenti.

La domanda va indirizzata alla Provincia di Vicenza, Settore Ambiente - U.C. Acqua - Contrà S. Marco, 30 - 36100 Vicenza -, completa della documentazione di cui al sottostante elenco.

La Provincia rilascia un'autorizzazione preventiva e l'inizio dell'esercizio è condizionato alla presentazione della dichiarazione di regolare esecuzione delle opere rilasciata dal Direttore dei lavori. La medesima autorizzazione costituisce anche autorizzazione allo scarico ed ha validità di quattro anni dalla data del provvedimento di autorizzazione.

Le richieste vengono evase entro 90 giorni dalla data di ricevimento delle stesse e della documentazione tecnica.

Elenco documenti necessari per l'autorizazione:

    • Delibera o altro atto con cui l'Ente proponente approva il progetto
    • Attestazione disponibilità dell'area interessata all'intervento
    • Attestazione della destinazione d'uso dell'area interessata all'intevento o eventuale variante P.R.G se l'area non è già zona F.
    • Attestazione che il sito interessato all'intervento non ricada in area S.I.C. o Z.P.S. ai sensi del D.P.R. 357/97 e D.M. 3/4/2000
    • Normativa di riferimento e limiti allo scarico
    • Estratto del P.R.G. con indicazione della legenda ( zona F: Impianti Tecnologici) scala 1:5.000
    • Corografia generale scala non inferiore 1:25.000
    • Planimetria con il tracciato rete fognaria asservente l'impianto in scala non inferiore a 1:5.000
    • Planimetria generale dell'area con indicazione delle distanze dei fabbricati circostanti per le opere esistenti e quelle di progetto in scala non inferiore a 1:500 (1:200)
    • Pianta quotata delle opere di progetto in scala non inferiore a 1:100
    • Sezioni significative quotate (almeno due, trasversale e longitudinale) delle opere di progetto in scala non inferiore a 1:100
    • Prospetti significativi delle opere di progetto in scala non inferiore a 1:100
    • Particolari costruttivi relativi allo scarico nel corpo (idrico) ricettore in scala non inferiore a 1:100 (1:50)
    • Profilo idraulico dell'impianto
    • Relazione tecnica generale
    • Curva di durata del corpo idrico ricettore
    • Relazione di calcolo dettagliata del processo depurativo e delle scelte progettuali adottate
    • Piano di manutenzione dell'opera e degli impianti