Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Notizie stampa

Tu sei qui: Home / Notizie stampa / Archivio news / 2010 / Un fine settimana dedicato alle auto storiche

Un fine settimana dedicato alle auto storiche

pubblicato il 08/04/2010
I prossimi 16 e 17 aprile è in programma il 6° Rally Storico Campagnolo. Valido per il Campionato Italiano Trofei Nazionali-Coppe Csai, si articola su 5 prove speciali da ripetere due volte a percorsi variati per 11 ore di gara.

Lancia Stratos ma anche Fiat 131, Alpine, Bmw. Tutte rigorosamente antecedenti al 1981.

Nostalgia, passione ma anche tanta testa nella 6^ edizione del Rally Storico Campagnolo, in programma il 17 aprile sulle strade della Provincia di Vicenza e non solo. Valida per il Campionato Italiano Trofei Nazionali-Coppe Csai, si articola su 5 prove speciali da ripetere due volte a percorsi variati per 11 ore di gara. Più di 180 gli iscritti, 94 nel rally storico e 87 nella regolarità, con nomi di sicuro richiamo, e più di 500 addetti (280 solo i commissari gara) a garantire regolarità e sicurezza. Insomma, gli ingredienti per una grande giornata di sport e di divertimento ci sono tutti, tempo naturalmente permettendo.

Organizzata con mano sapiente da Renzo De Tomasi, presidente del Rally Club Isola, la manifestazione avrà un prologo nella serata di venerdì, quando auto ed equipaggi si ritroveranno dopo le verifiche alla Fergia di Vicenza Est, nel parcheggio superiore del Centro Commerciale Palladio da cui partiranno a cadenza scaglionata a partire dalle ore 18.30.

“La vera partenza però – sottolinea De Tomasi – avverrà la mattina del sabato, alle 8.01 ad Isola Vicentina”. Prima prova speciale a Gambugliano, per un totale di 13,150 chilometri, di lì trasferimento a seguire a S.Giovanni Ilarione ((10,030 km), Nogarole Vicentino (8,370 km), Recoaro 1000 (13,300 km) e Monte di Malo (7,400 km).

Tra i comuni interessati al passaggio anche Cornedo Vicentino e Chiampo, la cui conformazione morfologica collinare ben si presta a questo tipo di corse.

Molto soddisfatto il Vice-Presidente della Provincia di Vicenza Dino Secco, che commenta: “abbiamo dato ben volentieri il nostro patrocinio giacché sono convinto che lo Sport sia un veicolo formidabile di conoscenza e promozione turistiche. Sia per la gente che vi prende parte sia per gli stessi giornalisti al seguito, che avranno modo di ammirare non solo una corsa bellissima ma anche un contesto di rara bellezza. Non a caso ho voluto con me anche Arrigo Abalti nella sua veste di consigliere provinciale e presidente delle Terme di Recoaro, struttura nel cui rilancio crediamo moltissimo. Perchè Vicenza ed il suo territorio hanno una grande varietà di offerta turistica le cui enormi potenzialità sono ancora tutte da approfondire”.

archiviato sotto: