Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Notizie stampa

Tu sei qui: Home / Notizie stampa / Archivio news / 2010 / "Sulle Note del Cuore" con la Guardia di Finanza

"Sulle Note del Cuore" con la Guardia di Finanza

pubblicato il 01/10/2010
Concerto di beneficenza della Banda Musicale della Guardia di Finanza in calendario venerdì 15 ottobre alle 20.30 al Teatro Comunale di Vicenza. Organizzazione a cura della Provincia di Vicenza con il sostegno della Banca Popolare di Vicenza.

 

 

"Ho sempre ritenuto la Guardia di Finanza un corpo vicino al Territorio perché garantisce all'intero sistema, e non mi riferisco solo a quello economico,  le regole in cui si va ad operare”.

Con questo sincero attestato di stima il Presidente Attilio Schneck ha aperto il suo saluto di benvenuto alla conferenza stampa di presentazione de “Sulle Note del Cuore”, concerto di beneficenza in calendario venerdì 15 ottobre 2010 alle ore 20.30 nel Teatro Comunale cittadino. Organizzata dalla Provincia di Vicenza grazie al sostegno economico della Banca Popolare di Vicenza, la serata avrà come protagonista la Banda Musicale del Corpo della Guardia di Finanza. Banda che in realtà, come ha ricordato l'Assessore Provinciale alla Cultura Martino Bonotto, è una vera e propria orchestra, sia per quanto riguarda i numeri che per la qualità interpretativa ed il vasto repertorio affinati nel corso di 84 anni di vita.

Dunque un evento importantissimo dal punto di vista musicale, ma a renderlo unico e prezioso sono in particolare le finalità illustrate dal Comandante Provinciale colonnello Antonio Morelli: “Ringrazio il Presidente Schneck innanzitutto per le belle parole espresse che sono un importante riconoscimento degli sforzi del nostro Corpo per garantire la legalità, l'equità fiscale ed i mercati, e poi per aver fatto proprio una idea nella quale noi abbiamo creduto fin da subito perché va nella direzione da noi perseguita della tutela dei più deboli. In particolare dei bambini affetti da cardiopatie gravi, che sono la prima causa di mortalità infantile in tante zone del sud del mondo. Abbiamo voluto dare il nostro sostegno concreto a” Bambini Cardiopatici nel Mondo”, l'associazione fondata dal professor Frigiola, e ad “Un Cuore, un Mondo” del professor Stellina, per contribuire ad offrire a tanti giovani malati l'opportunità di poter vivere una vita normale”.

 Una sensibilità che ha trovato sponda anche nel Maestro Leonardo Laserra Ingrosso, che per la seconda volta in due anni – cosa più unica che rara – torna a dirigere a Vicenza infrangendo una regola consolidata che impone alla Banda di non ritornare, con lo stesso direttore, in località già raggiunte. “Questa è la terza volta – sottolinea il colonnello Morelli – che la nostra banda suona a Vicenza. La prima fu nel 1963 in piazza dei Signori e fu un successone, che si è poi ripetuto due anni fa. Credo che con Vicenza si sia instaurato un feeling particolare”.

Per la gioia degli appassionati di musica classica e soprattutto per la felicità di chi, come la dottoressa Maria Luisa Frigiola, è impegnata sul fronte della cura delle patologie infantili: “Le malformazioni congenite cardiache sono tra le più diffuse e  queste iniziative servono a tenere desta l'attenzione di tutti. Per quanto ci riguarda siamo impegnati, in collaborazione con il San Bortolo, anche in un progetto per dotare l'ospedale di un'apparecchiatura speciale per la dialisi dei neonati con patologie gravissime. Inoltre, per ciò che concerne le patologie cardiache, il nostro obiettivo è quello di rendere autonomi tutti i centri esistenti nel terzo Mondo, cominciando con il formare il personale medico”.

Grande soddisfazione espressa anche dal dottor Valerio Vago, che ha portato i saluti del Presidente della Popolare Gianni Zonin ricordando l'impegno dell'Istituto a favore della Cultura e dello sviluppo del Territorio. Chiusura affidata all'Assessore Martino Bonotto: “Questa è l'unica data veneta della Banda Musicale della Guardia di Finanza ed è un altro dato che depone a favore dell'importanza della manifestazione. Alla quale, va ricordato, ha partecipato concretamente anche il Comune di Vicenza mettendo a disposizione gratuitamente il teatro comunale. Segno, una volta di più, che di fronte alla Solidarietà Vicenza ed i vicentini hanno tutti lo stesso cuore generoso”.