Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Notizie stampa

Tu sei qui: Home / Notizie stampa / Archivio news / 2010 / Problema rifiuti: un’ordinanza per velocizzare le operazioni di sgombero

Problema rifiuti: un’ordinanza per velocizzare le operazioni di sgombero

pubblicato il 05/11/2010

Tra le conseguenze negative dell’alluvione che nei giorni scorsi ha interessato il vicentino c’è anche un aumento esponenziale dei rifiuti. Oltre alla normale produzione, infatti, si aggiungono tutti i beni non più utilizzabili perché rovinati da acqua e fango. Basta passeggiare tra le vie colpite dal maltempo e osservare la gran mole di mobili, sedie e materiale di ogni genere accatastato davanti alle porte e ai garage.
La normativa sul trasporto dei rifiuti è complessa e stabilisce, tra l’altro, che i soggetti che svolgono attività di raccolta e trasporto di rifiuti debbano essere iscritti all’Albo Nazionale Gestori Ambientali. Una disposizione difficile da rispettare quando gli iscritti non sono sufficienti a gestire in tempi celeri la gran mole di lavoro.
Così il Presidente della Provincia Attilio Schneck, in accordo con l'Assessore all'Ambiente Antonio Mondardo, ha firmato oggi un’ordinanza che, in deroga alla normativa, permette a Comuni, Autorità di Protezione Civile, attività commerciali, artigianali e industriali nonché privati cittadini di effettuare il trasporto dei rifiuti, dal luogo di produzione o di accatastamento provvisorio, fino agli impianti autorizzati presenti nel territorio della Provincia di Vicenza, anche con mezzi non iscritti all’Albo Nazionale Gestori Ambientali, ma in ogni caso ritenuti idonei a raccogliere e trasportare i rifiuti in condizioni di sicurezza ambientale e nel rispetto del Codice della Strada.
“Quando si lavora in emergenza –specifica Schneck- le procedure vanno sveltite. Tanto più che, in questo caso, dobbiamo scongiurare l’insorgere di problematiche di natura igienico sanitarie. Le condizioni meteorologiche sono incerte, è prevista un’alternanza di giorni di pioggia e di sole. Dobbiamo approfittare del bel tempo per liberarci dei rifiuti ed evitare che creino problemi in aggiunta a quelli che già ci troviamo a gestire. Non c’è tempo per aspettare i trasportatori autorizzati.”
Quanto ai documenti che, in condizioni di normalità, dovrebbero accompagnare i rifiuti, saranno gli impianti di ricevimento ad occuparsi di tutte le formalità, in modo da evitare qualsiasi disagio ai trasportatori.