Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Notizie stampa

Tu sei qui: Home / Notizie stampa / Archivio news / 2010 / La Provincia di Vicenza fa scuola di gestione delle discariche

La Provincia di Vicenza fa scuola di gestione delle discariche

pubblicato il 15/10/2010

Succede in Slovacchia, dove in questi giorni si sta tenendo “Enviro Management 2010”, convegno internazionale dedicato alle politiche ambientali e in particolare, quest’anno, alla gestione dei rifiuti e delle discariche. Un appuntamento a cui hanno preso parte i massimi esperti di ambiente e dove la Provincia è stata chiamata a relazionare in merito al progetto di studio e monitoraggio dei siti vicentini oggetto nel passato di deposito di rifiuti, ossia le discariche dismesse. A rappresentarla il Responsabile del Servizio Suolo e Rifiuti della Provincia, Alberto Piccoli, e i tecnici Roberto Pedron e Valentina Accoto dello studio Sinergeo, che per conto della Provincia stanno curando un progetto unico in Italia e con tutta probabilità anche in Europa.

La prima fase ha previsto il monitoraggio di 43 siti di discarica dismessi negli anni ’80, quando cioè è entrata in vigore la normativa che ha regolamentato il settore. “Le abbiamo divise in tre fasce – spiegano i tecnici- a seconda del punteggio di rischio ottenuto, valutando sia la dimensione della discarica che la tipologia dei rifiuti conferiti, il sistema di copertura, le caratteristiche del sottosuolo, la distanza dalla falda e dalle abitazioni. In prima fascia ci sono 13 aree dislocate in 10 diversi Comuni, che sono monitorati con maggiore attenzione in collaborazione con i Comuni stessi. Per tutte, invece, abbiamo progettato specifiche reti di monitoraggio delle falda sotterranea, che verranno realizzate a breve quale seconda fase del progetto.”

La comunità scientifica ha molto apprezzato il lavoro, ritenendolo appropriato per risolvere con metodi attuali e innovativi situazioni ambientali come le vecchie discariche, ereditate dal passato e che allo stato attuale, se non verificate e puntualmente monitorate, potrebbero creare rischi per l’ambiente e per la salute dei cittadini.

“La settimana scorsa –precisa l’Assessore Provinciale all’Ambiente Antonio Mondardo- la Giunta Provinciale ha approvato un provvedimento che va proprio a supportare dal punto di vista amministrativo e procedurale le scelte tecniche da utilizzare nel proseguo dello studio. Sin da subito chiediamo la collaborazione e la disponibilità dei Comuni su cui insistono le “ex discariche” attualmente censite e quelle che verranno individuate nei prossimi anni. In ogni caso –conclude l’Assessore- essere stati chiamati ad un convegno internazionale e avere ottenuto l’apprezzamento di esperti europei è un ottimo stimolo a continuare su questa strada, che è di certo la strada giusta.”