Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Notizie stampa

Tu sei qui: Home / Notizie stampa / Archivio news / 2010 / L’Assessore Provinciale Forte in tour tra le strade di Montecchio

L’Assessore Provinciale Forte in tour tra le strade di Montecchio

pubblicato il 19/10/2010

Tour viabilistico tra le strade di Montecchio Maggiore per l’Assessore Provinciale alla Viabilità Giovanni Forte con accompagnatori di eccezione: il Sindaco Milena Cecchetto, il Vicesindaco Gianluca Peripoli, il consigliere provinciale Nevio Zanni e il capo ufficio tecnico comunale Francesco Mannelli.
“L’obiettivo –ha chiarito da subito il Sindaco- è di sensibilizzare l’Assessore Provinciale alle problematiche del nostro paese, che coinvolgono però tutto l’ovest vicentino, con particolare attenzione alle nuove infrastrutture che a breve lo interesseranno e che avranno un forte impatto anche e soprattutto dal punto di vista viabilistico. Il momento, poi, è propizio, visto che la Giunta Provinciale ha recentemente approvato il Piano Triennale delle Opere, attualmente in osservazione, dove sono elencate le strade su cui la Provincia interverrà nei prossimi tre anni.”
Piano che, per Montecchio, riserva sorprese positive.
Nel 2011 sono programmate due opere. La prima , che è anche quella su cui è stata posta maggiore priorità, è la sistemazione dell’ultimo tratto della strada provinciale del Melaro, ossia quello che collega Altavilla al casello autostradale e ad Alte Ceccato, per un importo di 3,5 milioni di euro. La seconda è la sistemazione della strada provinciale Montorsina, che collega Montecchio a Montorso, in particolare in relazione ai due stretti ponti, l’uno sul Poscola e l’altro sul Guà, realizzati negli anni ’80 e inadeguati sia per dimensioni che per struttura a sopportare il traffico odierno. In bilancio sono previsti 1,8 milioni di euro.
Nel 2013 il Piano programma due altre opere. La circonvallazione est, ossia la strada che collega la SR 11 e la SP del Melaro, creando una valida alternativa al traffico che oggi interessa il centro di Alte Ceccato. Importo a bilancio: 2milioni di euro. E l’allargamento di via Sasso Moro, strada oggi molto stretta che rappresenta una veloce alternativa di collegamento tra Montecchio e Sovizzo e che abbisogna pertanto di essere allargata e sistemata. Spesa prevista: 800mila euro.
Su questi quattro punti neri della viabilità di Montecchio si è concentrato il sopralluogo di Forte. Che ha previsto però una specifica tappa anche a ridosso della rotatoria di accesso alla variante alla 246, su cui si stanno progettando la Superstrada Pedemontana Veneta, il nuovo casello autostradale di Montecchio Maggiore e la bretella di collegamento alla strada del Melaro. Opere su cui entrano in gioco altri protagonisti, come Veneto Strade, la Società Autostrada Brescia-Padova, Anas, la Regione Veneto. Ma su cui la Provincia ha sempre svolto un ruolo di coordinamento dei Comuni interessati, sostenendo le loro ragioni presso gli enti superiori. Cosa che l’Assessore Forte ha promesso che continuerà a fare, vista anche la strategicità dello snodo per le aree produttive dell’ovest vicentino.
“Conoscevo Montecchio e le sue problematiche viabilistiche –ha commentato a caldo l’Assessore Forte di ritorno dal sopralluogo- grazie anche ad un Sindaco molto attivo che da subito ha fatto sentire la sua voce in Provincia e al consigliere provinciale Zanni che non perde occasione per rammentarmele. Riconosciamo che ci siano situazioni che meritano una attenzione particolare, e che infatti abbiamo inserito già nella programmazione del 2011. Ci daremo da fare anche perchè bretella e nuovo casello siano operative in concomitanza con la Pedemontana. Per il resto assicuriamo sostegno al Comune, ricordando però che le necessità del territorio sono tante e la coperta dei fondi pubblici è sempre più corta.”
Soddisfatti Nevio Zanni e Gianluca Peripoli, visto l’impegno concreto della Provincia e la positiva sinergia tra gli enti. “Se la viabilità di Montecchio funziona –hanno sottolineato- tutto l’ovest vicentino ne ha beneficio e, visto che siamo in una tra le aree più produttive d’Italia, siamo convinti che intervenire qui significhi anche dare un impulso positivo all’economia. Nel rispetto, prima di tutto, dei concittadini.”