Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Notizie stampa

Tu sei qui: Home / Notizie stampa / Archivio news / 2010 / Il Presidente Schneck supera in gradimento i colleghi veneti

Il Presidente Schneck supera in gradimento i colleghi veneti

pubblicato il 07/10/2010

Primo Presidente di Provincia Veneto. Con il 62,2% dei consensi, Attilio Schneck porta Vicenza al vertice della classifica regionale stilata da FullResearch, che attraverso 105.100 interviste telefoniche in tutta Italia ha tastato il polso del gradimento dei politici al vertice delle Istituzioni e della soddisfazione in merito ai servizi erogati.
Per quanto riguarda le Province, quindi, Schneck si piazza al primo posto tra i colleghi veneti e nono a livello nazionale.
Quanto ai servizi, invece, Vicenza conquista un ottimo decimo posto, dopo un testa a testa con Belluno che, prima nel Veneto, la supera per uno 0,1%.
“Mi fa piacere che le due classifiche si equivalgano –commenta il Presidente Schneck- Significa, in linea di massima, che il Presidente è gradito se l’Ente funziona. Quindi siamo nella giusta direzione e consideriamo questo risultato uno stimolo a proseguire e a fare meglio.”
Quante alle motivazioni che hanno fatto rientrare la Provincia di Vicenza e il suo Presidente nella top ten delle classifiche FullResearch, Schneck non ha dubbi: “I concittadini hanno premiato la nostra sobrietà e la nostra attenzione alle spese. In tre anni di mandato abbiamo ridotto il personale mantenendo la qualità dei servizi, abbiamo eliminato i consigli di amministrazione delle società partecipate, abbiamo ridotto il debito dell’Ente garantendo tutti i pagamenti ai creditori. Abbiamo, soprattutto, fatto sistema con i protagonisti del territorio per cercare di reagire concretamente alla crisi economica e lavorativa che ha colpito anche noi, mettendo a disposizione fondi straordinari per disoccupati e ditte in difficoltà. Insomma, penso che i concittadini apprezzino la nostra concretezza e su questa strada abbiamo intenzione di continuare a governare.”