Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Notizie stampa

Tu sei qui: Home / Notizie stampa / Archivio news / 2010 / Cure e benessere le parole d’ordine per il rilancio delle Terme di Recoaro

Cure e benessere le parole d’ordine per il rilancio delle Terme di Recoaro

pubblicato il 12/05/2010

Le Terme di Recoaro si fanno il maquillage. Puntando su cura e benessere. Da offrire agli utenti, ma partendo da se stesse, grazie ad una campagna di comunicazione che guarda da un lato al turismo sanitario, dall’altro al benessere fisico e psichico.
Un obiettivo che vede uniti tutti i protagonisti del territorio, dalla Regione alla Provincia al Comune agli albergatori alle associazioni, “una task force –afferma Arrigo Abalti. Amministratore unico delle Terme di Recoaro Spa- che per la prima volta siamo riusciti a mettere in piedi e con la quale stiamo definendo un progetto di rilancio di Recoaro che ad ampio raggio comprende tutte le possibilità di attrattiva di questa cittadina, unica nel Veneto ad offrire terme e montagna, quindi sport e salute.”
Una vera e propria filiera, come l’ha definita Dino Secco, Vicepresidente della Provincia con delega al turismo, “che ci fa ben sperare nella possibilità che Recoaro ritorni ai fasti del passato, a quando rappresentava una meta turistica di prestigio a livello nazionale.”
Un obiettivo ambizioso, che non sarà possibile raggiungere puntando solamente sul turismo termale, visto che è l’unica voce negativa che si riscontra nei dati statistici regionali relativi al turismo, che è invece nel complesso in continuo aumento e pone il Veneto al primo posto in Italia quanto ad accoglienza. “In una regione in cui la sanità è un’eccellenza –dichiara Marino Finozzi, Assessore Regionale al Turismo- puntare sul turismo sanitario è quasi un obbligo. Recentemente abbiamo parlato di questa risorsa in un convegno europeo a Monastier, per definire un progetto che interessi l’intera Regione Veneto, in cui Recoaro Terme si inserisce a pieno titolo. Ci siamo dati appuntamento a Barcellona nel 2011, e la sfida che lancio alle Terme di Recoaro Spa è di arrivare a quell’appuntamento con un nutrito pacchetto di proposte.”

Il pacchetto completo non è ancora pronto, ma la brochure ufficialmente presentata questa mattina a Palazzo Nievo è un ottimo anticipo. In 20 pagine illustra brevemente ma esaustivamente tutte le opportunità curative e di benessere offerte dalle terme di Recoaro per la stagione aprile-ottobre 2010, quindi già aperta con anticipo rispetto agli anni passati. Si va dalle cure idropiniche, cioè per bibita, con descrizione delle proprietà delle diverse acque minerali sorgenti (Lelia, Amara, Lorgna, Nuova) e della più nota acqua oligominerale Lora, alle cure inalatorie, indicate per affezioni delle vie aeree. C’è poi la balneoterapia, ossia i bagni naturali, la fangoterapia, per il trattamento delle malattie reumatiche, e la fisioterapia. Per ogni tipo di trattamento sono indicate le caratteristiche di cura e il disturbo contro cui sono maggiormente efficaci. A conclusione del depliant sono elencate anche le tariffe, suddivise per singola o multipla seduta, con specifica indicazione delle prestazioni sanitarie offerte e dei loro costi.
Il depliant è stato stampato in 10mila copie destinate a potenziali turisti italiani e stranieri, quindi distribuite anche attraverso gli uffici di informazione turistica.
“E’ solo il primo passo –specifica Arrigo Abalti- di un progetto che ha rinnovato anche la veste grafica del nostro sito e che comprenderà tante altre azioni di promozione, con un occhio di riguardo alla clientela storica, cui siamo affezionati e che a noi è affezionata, ma guardando anche ad un pubblico più vasto, in particolare alle persone affette da malattie psicosomatiche, ma anche ai giovani interessati a pacchetti benessere. In tal senso è fondamentale la sinergia con il territorio recoarese e con le opportunità che offre.”
Lo stesso sindaco di Recoaro Terme Franco Perlotto crede che il rilancio delle Terme passi dal rilancio della cittadina e viceversa. “Non ha senso parlare di Recoaro senza le Terme –conclude il Sindaco- come non ha senso parlare delle Terme senza interessare il territorio nel suo insieme. Per questo stiamo cercando forme di rilancio concordate, in accordo anche con gli albergatori e le associazioni.”

archiviato sotto: