Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Notizie stampa

Tu sei qui: Home / Notizie stampa / Archivio news / 2010 / Alluvione: situazione strade provinciali

Alluvione: situazione strade provinciali

pubblicato il 02/11/2010

Con riferimento alle intense piogge e all’eccezionalità degli eventi ancora in corso, la rete viaria provinciale, estesa per complessivi 1.300 chilometri, non ha subito particolari danni se non in determinati punti del territorio già sotto osservazione per la loro fragilità.
Solamente nelle prossime settimane, tuttavia, quando l'acqua si sarà definitivamente ritirata, sarà possibile stimare dettagliatamente i lavori necessari al ripristino delle normali condizioni di gestione delle strade.

“I tecnici del settore viabilità della Provincia e di Vi.Abilità –spiega il Presidente della Provincia Attilio Schneck- stanno monitorando l’intera rete già da domenica mattina, intervenendo sulle situazioni più urgenti mediante rimozione dei detriti, segnalazione dei restringimenti di carreggiata e messa in sicurezza delle strade con opere provvisorie. In alcuni casi gli interventi richiedono una tempistica più lunga e una programmazione da concordare con l’ufficio Difesa del Suolo.”

Tra queste, alcune strade sono transitabili, altre sono chiuse al traffico. L’intervento prioritario riguarderà la strada del Pasubio.
 
Strade transitabili e oggetto di monitoraggio:

  • SP 83 Bolca: vistoso cedimento della piattaforma stradale in prossimità dell’abitato di Durlo (parrebbe innescatosi il dissesto idrogeologico già noto all’Ufficio Difesa del Suolo);
  • SP 100 Recoaro Mille: tra l’abitato di San Quirico e località Montagna Spaccata è in atto una erosione in alveo dei pilastri di sostegno del ponticello di attraversamento della SP;
  • SP 246 Recoaro: vistoso cedimento della piattaforma stradale al km 34 + 100 in località Calisarda del comune di Recoaro Terme (parrebbe innescatosi il dissesto idrogeologico già noto all’Ufficio Difesa del Suolo);
  • SP 81 Valposina: in uscita dall’abitato di Posina, direzione Nord, le squadre dei Servizi Forestali sono all’opera per rimuovere detriti e materiali di esondazione di una valletta laterale in attraversamento della S.P;
  • SP 350 Valdastico: sono all’opera le maestranze del Genio Civile allertate per un incipiente cedimento spondale dell’Astico in località Ponte Casotto;
  • SP 65 Tretto: cedimenti disomogenei sulla piattaforma stradale in prossimità di San Ulderico;

 
Strade chiuse al traffico:

  • SP 20 Bacchiglione – SP 247 Riviera Berica in prossimità dell’abitato di Longare a causa dell’esondazione tutt’ora in atto del Bacchiglione.
  • SP 21 Grimana: rimane chiusa al transito veicolare tra gli abitati di Montegalda e Montegaldella poiché sommersa dall’acqua a causa dell’esondazione del Bacchiglione
  • SP 46 Pasubio: chiusura temporanea al transito veicolare della SP nel tratto di variante e sino all’abitato di Valli del Pasubio per esondazione di vallette in sinistra Leogra;
  • SP 46 Pasubio: chiusura temporanea a causa dell’occlusione totale del tombotto di continuità idraulica nella sezione di attraversamento della piattaforma stradale all’intersezione tra Viale Rimembranza e la variante;
  • SP 47 Monte di Malo: chiusura temporanea al transito veicolare della SP nel tratto prossimo all’abitato di San Vito di Leguzzano per vistosi cedimenti della piattaforma stradale;

 

archiviato sotto: