Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Notizie stampa

Tu sei qui: Home / Notizie stampa / Archivio news / 2010 / Accordo fatto sul trasporto scolastico extraurbano degli istituti superiori di Vicenza città

Accordo fatto sul trasporto scolastico extraurbano degli istituti superiori di Vicenza città

pubblicato il 03/09/2010
Due le richieste ai Presidi: campanella di inizio dopo le 7.45 e due fasce per l'uscita, alle 12.45 e alle 13.30. Nessuna volontà di aumentare il costo dell'abbonamento, si rimane comunque in attesa di sapere l'entità dei tagli ai trasferimenti.

Incontro tecnico questa mattina a Palazzo Nievo per concordare il trasporto degli studenti degli istituti superiori di Vicenza città. Convocato dall’Assessore ai Trasporti Provinciale Cristiano Sandonà, ha messo a confronto i gestori del servizio pubblico urbano ed extraurbano, quindi rispettivamente Aim e Ftv, e i dirigenti scolastici di 11 istituti superiori (Lioy, Da Schio, Pigafetta, Montagna, Lampertico, Fogazzaro, Rossi, Canova, Fusinieri, Boscardin, Piovene, assente il rappresentante del Quadri).
L’apertura, a cura di Sandonà e dell’Assessore Comunale ai Trasporti Antonio Dalla Pozza, ha messo subito in rilievo le difficoltà che sta vivendo il settore del trasporto pubblico, da un lato vittima di tagli importanti, dall’altro alle prese con un’articolazione dell’orario scolastico in continua evoluzione.
Detto che non è intenzione della Provincia né del Comune ritoccare al rialzo il costo degli abbonamenti, l’invito è stato pertanto quello di “un comune sforzo per raggiungere un risultato che soddisfi tutti”.
Soddisfazione che, peraltro, a Vicenza città non è mai mancata, tanto che sia l’Assessore Sandonà che il Presidente Ftv Valter Baruchello hanno ricordato come i tavoli tecnici degli anni passati abbiano scongiurato scioperi e disordini.
Le richieste “tecniche” dirette ai dirigenti scolastiche sono le seguenti:

  • che la prima campanella non suoni prima delle 7.45, problema che ad oggi riguarda solamente l’istituto Lampertico che ha previsto l’ingresso alle 7.40
  • che l’orario di uscita si adegui ad una delle due fasce già stabilite da Ftv, cioè 12.45 oppure 13.40, quindi con suono dell’ultima campanella non oltre le 13.30.

Quanto ai rientri pomeridiani, si chiede che l’orario di uscita corrisponda perlopiù con l’intensificarsi delle corse serali di Ftv, quindi dalle 17-17.30 in poi, in modo da non dover fare attendere gli studenti per un lasso di tempo che superi la mezz’ora.
“Naturalmente –ha chiarito l’Assessore Sandonà- le prime due settimane ci serviranno come test per calibrare il numero di corriere e di corse alle esigenze degli studenti, quindi chiediamo di pazientare se si verificheranno ritardi o disagi. Poi, con il supporto che certo ci verrà dai dirigenti scolastici, cercheremo di rispondere al meglio alle esigenze degli studenti, sempre ricordando, comunque, che gestiamo un servizio di trasporto pubblico, non scolastico, e anche se gli studenti rappresentano la gran parte dei nostri utenti, non dobbiamo né vogliamo trascurare le necessità dei lavoratori.”
Il tavolo si è chiuso con l’impegno da parte di Ftv, rappresentata dal dirigente Paolo Ronzani, e di Aim, con il dirigente Giampaolo Rossi, di comunicare quanto prima agli istituti scolastici gli orari del trasporto, elaborati alla luce delle comunicazioni pervenute dai dirigenti scolastici.

archiviato sotto: ,