Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Focus

Tu sei qui: Home / Focus / Un milione di euro per le scuole superiori: lavori in corso per utilizzare al meglio gli spazi interni ed esterni. In arrivo anche tensostrutture e impianti di condizionamento.

Un milione di euro per le scuole superiori: lavori in corso per utilizzare al meglio gli spazi interni ed esterni. In arrivo anche tensostrutture e impianti di condizionamento.

pubblicato il 01/09/2020

Vicenza, 1 settembre 2020 - Tramezzi che cadono, pannelli che si alzano e nuovi ingressi: le scuole superiori vicentine cambiano volto per garantire maggiore sicurezza nel rispetto della normativa anti-covid19. La Provincia di Vicenza sta investendo oltre un milione di euro: mezzo milione è destinato a lavori di piccola e media manutenzione, per ricavare nuove aule, trasformare laboratori, realizzare camminamenti dove studenti, insegnanti e personale scolastico si possano muovere distanziati e scaglionati. L’altra metà serve invece in parte per l’acquisto di tensostrutture, per creare spazi di attesa e utilizzare al meglio le aree aperte, in parte per dotare gli istituti di impianti di condizionamento d’aria fan coil, o ventilconvettori, con filtri antibatterici in modo da migliorare il ricircolo dell’aria.

Questa mattina la consigliere con delega all’edilizia scolastica ha effettuato un sopralluogo al liceo Fogazzaro di Vicenza, dove sono in corso lavori di sistemazione del piccolo cortile interno che da spazio inutilizzato diventerà una preziosa risorsa, almeno finché le condizioni atmosferiche lo permetteranno. Per un importo di 36mila euro viene pavimentata l’area a ridosso della biblioteca, per diventarne pertinenza esterna, e viene realizzata una rampa d’accesso al piano rialzato per favorire gli alunni con difficoltà motorie.

Stiamo lavorando in dieci istituti del territorio -spiega la consigliere- e in altri quattro abbiamo già concluso gli interventi. Quello che è certo è che entro il 14 settembre tutti questi piccoli cantieri anti-covid saranno ultimati e le scuole saranno pronte, nei limiti del possibile, ad iniziare le lezioni. Merito di una stretta collaborazione tra la Provincia e i dirigenti scolastici -aggiunge la consigliere- ma merito anche di uffici provinciali che hanno lavorato durante tutta l’estate e che, ricorrendo a procedure d’urgenza, hanno abbattuto i tempi di realizzazione dei lavori.”

Proprio per velocizzare le procedure, si è fatto ricorso a professionisti e aziende locali, ma anche al Global Service dove possibile. Nel dettaglio:

- a Vicenza:

  • istituto Piovene: demolizioni di tramezzature per allargamento spazi e conversione ex laboratorio di chimica in aula

  • Istituto Fusinieri: riqualificazione della sala pesi per ricavo di un nuovo spogliatoio

  • istituto Boscardin: realizzazione di un nuovo camminamento esterno zona Rodolfi

  • istituto Montagna: lavori nei laboratori per garantire maggiore distanziamento

  • istituto Rossi: riordino degli spazi esterni di accoglienza in arrivo/uscita; pedonalizzazione del piazzale antistante la scalinata principale della scuola; realizzazione di nuovi parcheggi

  • liceo Lioy: demolizioni tramezzatura aula e allargamento spogliatoi femminili della palestra

- a Bassano del Grappa, liceo Da Ponte: demolizioni tramezzature per allargamento ambienti scolastici

- a Montecchio Maggiore, istituto Ceccato: ripristino di un’aula didattica nella sede principale di piazzale Collodi e abbattimento di tramezzature divisorie nella sede associata di Via Veneto

- a Valdagno, liceo Boccioni, sistemazione della pavimentazione esterna per nuovo ingresso/uscita

- a Noventa, istituto Masotto, sede del liceo di via Veronese 4: sistemazione delle aree esterne attualmente a verde, realizzazione di percorsi pedonali e nuove pavimentazioni con formazione anche di uno scivolo, interventi funzionali a consentire lo sdoppiamento degli ingressi fino all’ala nuova garantendo l’accessibilità anche all’utenza con difficoltà di deambulazione

- ad Asiago, istituto Rigoni Stern: per la sede ITE di via Matteotti: posizionamento di una parete vetrata per ricavare una nuova stanza; nella sede alberghiera: posizionamento di una parete mobile nella stanza adibita a biblioteca per aula

- a Lonigo, in via Scortegagna: intervento di cablaggio, connessione e potenziamento della rete dati ad uso scolastico (quella esistente non risulta idonea a consentire lo svolgimento della didattica a distanza); in via Bonioli: sistemazione aree esterne per garantire maggiore distanziamento

In vari istituti sono state eseguite sanificazioni delle UTA-Unità Trattamento Aria.

archiviato sotto: