dgr-1554-22-10-18-protocollo-per-sportello-lavoro.pdf

424                     Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 111 del 6 novembre 2018
_______________________________________________________________________________________________________



                                                      (Codice interno: 380523)

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 1554 del 22 ottobre 2018
  Approvazione dello schema di protocollo di intesa tra la Regione del Veneto, l'Associazione Nazionale dei Comuni
Italiani - ANCI Veneto e Veneto Lavoro, per la diffusione nel territorio di uffici denominati "Sportello Lavoro", gestiti
dai Comuni, per agevolare l'utilizzo dei servizi al lavoro da parte dei cittadini.
[Enti locali, deleghe istituzionali e controllo atti]



Note per la trasparenza:
Con il presente provvedimento si approva lo schema di protocollo di intesa, denominato "Rete territoriale per i servizi al
lavoro e di orientamento", tra la Regione del Veneto, l'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani - ANCI Veneto e Veneto
Lavoro per la diffusione nel territorio di uffici denominati "Sportello Lavoro", gestiti dai Comuni, in collaborazione con
Veneto Lavoro e nell'ambito degli indirizzi forniti della Regione, creati per agevolare l'utilizzo degli strumenti informativi
relativi ai servizi al lavoro da parte dei cittadini.


L'Assessore Elena Donazzan riferisce quanto segue.



un diritto effettivo, accessibile alle persone e non meramente burocratico, in grado di incidere sulla vita dei cittadini.

La Regione del Veneto, nell'ambito della programmazione in materia di lavoro e degli indirizzi per l'adeguamento e


all'utenza, avvalendosi dell'ente strumentale Veneto Lavoro, a cui competono le funzioni di direzione, coordinamento e
monitoraggio della rete pubblica dei servizi per il lavoro e l'assistenza al sistema dei Servizi per il lavoro.




quotidiano degli stessi con i cittadini, i quali, sia per la minor distanza sia per la maggior confidenza con le istituzioni locali,




superato, potrebbe portare anche alla soluzione del problema sociale.

L'apertura di un servizio denominato "Sportello Lavoro" presso i Comuni permetterebbe, pertanto, di dare una risposta
immediata ai cittadini, fornendo loro informazioni relative al proprio status occupazionale, informazioni di base sull'accesso al
mercato del lavoro e fornendo eventuale assistenza per la registrazione di appuntamenti per la stipulazione del patto di

la ricerca di una nuova occupazione, la ricollocazione lavorativa, la partecipazione alle politiche attive e ad ogni altra



esigenze, potrebbero inoltre offrire loro in loco nuove soluzioni con maggiore soddisfazione per tutti gli attori. I costi per la
realizzazione degli sportelli sarebbero interamente a carico dei Comuni che decidono di aderire all'iniziativa.


attraverso il coordinamento delle politiche nel campo economico e sociale per la promozione della crescita e dello sviluppo dei
propri territori, con particolare riguardo alla tutela delle fasce di popolazione a maggior disagio sociale e/o in momentanea


successivamente all'intesa, attivando presso le proprie strutture lo Sportello Lavoro.
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 111 del 6 novembre 2018              425
_______________________________________________________________________________________________________




governare la rete dei servizi e di validare preventivamente le proposte pervenute dai Comuni.

Si propone a tal fine uno schema di Protocollo di intesa, denominato "Rete territoriale per i servizi al lavoro e di orientamento",
tra la Regione del Veneto, l'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani - ANCI Veneto e Veneto Lavoro (Allegato "A" alla
presente deliberazione e che ne forma parte integrante e sostanziale).

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

                           LA GIUNTA REGIONALE



istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

Vista la L.R. n. 3 del 13 marzo 2009;

Visto il D.Lgs. n. 150 del 14 settembre 2015;

Vista la L.R. n. 45 del 29 dicembre 2017, art. 54;

Visto l'art. 2, comma 2, della L.R. n. 54 del 31.12.2012 e s.m.i..

                               delibera

   1. di stabilire che le premesse al presente dispositivo siano parte integrante e sostanziale del provvedimento;
   2. di approvare lo schema di protocollo d'intesa tra la Regione del Veneto, l'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani
     - ANCI Veneto e Veneto Lavoro "Rete territoriale per i servizi al lavoro e di orientamento" (Allegato "A"), parte

     Presidente o da un suo delegato;
   3. di dare atto che la presente deliberazione non comporta spese a carico del bilancio regionale;
   4.
     degli atti conseguenti o connessi allo stesso e necessari per l'attuazione degli interventi previsti nell'approvando
     schema di Protocollo di intesa;
   5. di autorizzare il Direttore della Direzione Lavoro ad apportare allo schema di Protocollo allegato al presente
     provvedimento eventuali modifiche, non sostanziali, che si rendessero necessarie sotto il profilo operativo;
   6.
     D.Lgs. n. 33 del 14 marzo 2013;
   7. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.
426                     Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 111 del 6 novembre 2018
_______________________________________________________________________________________________________




     ALLEGATO A        DGR nr. 1554 del 22 ottobre 2018                            pag. 1 di 4




            RETE TERRITORIALE PER I SERVIZI AL LAVORO E DI ORIENTAMENTO
                       SCHEMA DI PROTOCOLLO D'INTESA


                                  Tra

        Regione del Veneto, di seguito denominata Regione, con sede a Venezia, Dorsoduro 3901, Codice Fisca-
        le 80007580279, rappresentata da ___________________ nella persona del Presidente o suo delegato;
        Veneto Lavoro, con sede a M               n. 67/b, Codice Fiscale 03180130274, rappre-
        sentato da ____________________ nella persona del Direttore o suo delegato;
        Associazione Nazionale dei Comuni Italiani - Anci Veneto, con sede a Selvazzano Dentro (Pd), Via M.
        Cesarotti n. 17, Codice Fiscale 80012110245, rappresentata da ______________________ nella persona
        del Presidente o suo delegato;



       Premesso che

           La Regione del Veneto ha inpiduato con LR n. 45/2017, art. 54, Veneto Lavoro quale ente che e-
           sercita le funzioni in materia di servizi per il lavoro.
           Il modello organizzativo della rete pubblica dei servizi per il lavoro prevede che alla Regione spetti-
           no le funzioni di indirizzo, programmazione, controllo, e di monitoraggio e valutazione delle politi-
           che e del mercato del lavoro. A Veneto Lavoro competono le funzioni di direzione, coordinamento e
           monitoraggio della rete pubblica dei servizi per
           per il lavoro.
           La Regione del Veneto, nell'ambito della programmazione in materia di lavoro e degli indirizzi per
           l'adeguamento e l'innovazione organizzativa sulla gestione della rete pubblica dei servizi per il lavo-
           ro, intende sostenere, in relazione ai bisogni dei lavorator
           glienza e di informazione sui servizi al lavoro, favorendo la collaborazione con gli enti locali.
           La collaborazione con i Comuni appare fondament
           per il rapporto quotidiano degli stessi con i cittadini nell'ambito dei servizi resi e nella promozione
           dell'esercizio della cittadinanza attiva, in particolare del diritto al lavoro.
           Particolarmente appropriato si configura il ruolo di
                                       locali attraverso il coordinamento delle politiche
           nel campo economico e sociale per la promozione della crescita e dello sviluppo dei propri territori,
           avendo particolare riguardo alla tutela delle fasce di popolazione a maggior disagio sociale e/o in

                                 di mettere maggiormente in relazione i Servizi pubblici al
                                      rio, con i servizi di informazione erogati dai Comu-
           ni attraverso propri uffici, come l'U.R.P. e/o l'Informagiovani, per promuovere la conoscenza dei
           principali servizi inerenti il settore del mercato del lavoro.
           Rientra tra le funzioni dei Comuni quella di agevolar
           zione, l'utilizzazione dei servizi offerti ai cittadini, anche attraverso l'illustrazione delle disposizioni
           normative e amministrative, e l'informazione sulle strutture e sui compiti delle amministrazioni.
           La collaborazione e tra il sistema pubblico dei servizi per il lavoro, in capo a Veneto Lavoro con il
           Sistema Informativo Lavoro Veneto SILV, consente ai cittadini di reperire presso gli uffici comunali
           le informazioni relative al proprio status occupazionale e le informazioni di base sulle regole per
           l'accesso al mercato del lavoro senza doversi recare alle sedi dei Centri per l'impiego facilitando per
                                      una nuova occupazione, di ricollocazione lavorati-
                                      ttive e di ogni altra oppor
           per il lavoro.
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 111 del 6 novembre 2018              427
_______________________________________________________________________________________________________




    ALLEGATO A        DGR nr. 1554 del 22 ottobre 2018                         pag. 2 di 4




           Una positiva collaborazione nel campo del lavoro, anche con riferimento alle Aziende del territorio,
                                     esto attuale delle dinamiche sociali ed econo-

           Il presente protocollo di intesa fra la Regione del V
           Veneto Lavoro ha durata biennale, rinnovabile, definisce le mo


      Si conviene e si stipula quanto segue

                            1. Oggetto e consenso

        1. La premessa forma parte integrante ed essenziale del presente atto, del quale costituisce il primo pat-
          to.
        2. Le Parti stipulanti concordano tra loro di attivare una serie di impegni ed azioni per la diffusione nel
          territorio di uffici finalizzati al lavoro denominati Sportello-Lavoro, gestiti dai Comuni, in collabo-
          razione con Veneto Lavoro, nel rispetto della programmazione definita dalla Regione Veneto.

                            2. Ruolo dell'Anci Veneto

        1.                          esentanza dei Comuni di tutto il territorio del Ve-
          neto.
        2. Ciascun Comune, sulla base della sottoscrizione del pr
          alla Regione e a Veneto Lavoro una proposta di attivazione dello Sportello Lavoro, indicando, in par-
          ticolare:

               servizi erogati
               sede, orari e n. addetti
               tipologia partenariato
               strumenti di comunicazione
               adesione al progetto ed agli impegni indicati nella presente convenzione.

                               ed autorizzata da Veneto Lavoro.

                            3. Impegni del Comune

        1. I Comuni aderenti, in forma singola o preferibilmente associata, si impegnano a svolgere almeno le
                                 ovvero, tramite uno sportello dedicato, garantire infor-
          mazione e prima accoglienza a lavoratori (disoccupati/occupati), imprese ed intermediari. In partico-
          lare:
             informazione orientativa sul mercato del lavoro e la sua organizzazione (servizi per il lavoro);
             informazione sulla gestione della disoccupazione (DID);
             informazione sulle Politiche Attive (es. Tirocini, Garanzia Giovani) in corso;
             supporto                  tore, tramite il sistema ClicLavoro Veneto;
             supporto all
             ClicLavoro Veneto.
         2. Ciascun Comune potr        anche
          aziende, tra cui, in particolare:
             informazione e prima accoglienza, ai fini dell'assistenza alla produzione della Did on line, nel-
             lo specifico:

                                         atore della Did on line sul portale nazio-
                  nale;
428                     Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 111 del 6 novembre 2018
_______________________________________________________________________________________________________




     ALLEGATO A       DGR nr. 1554 del 22 ottobre 2018                           pag. 3 di 4




                  mette a disposizione per la presenza programmata di dipendenti del Cpi;
                  produzione e stampa dei certificati di disoccupazione o delle schede anagrafico pro-
                  fessionali;
                  informazione sullo stato occupazionale e sulle m


              iscrizione alle Politiche Attive (es. Garanzi

              informazione di base sul collocamento mirato dei lavoratori disabili;
              collaborazione con i CPI per la organizzazione di eventi/fiere del lavoro;
              collaborazione con i CPI per le informazioni alle imprese in merito ai seguenti servizi:

                  ricerca di personale;
                                        ivi compreso il collocamento mirato;
                                         inio nel territorio attraverso il portale Cli-
                  cLavoro Veneto;

         3. Allo scopo di consentire la rete tra Comune e Sistema dei servizi ciascun aderente, si impegna a:

                  definire il CPI di riferimento per la collaborazione in rete;
                  utilizzare il portale ClicLavoro Veneto messo a loro disposizione;
                  disporre di un recapito/ufficio (anche gestito in convenzione da altri soggetti) aperto
                  per un numero di giorni ed ore la settimana, da indicare nella proposta di attivazione di
                  cui al precedente articolo 2;
                  garantire adeguata evidenza al pubblico dello sportello mediante comunicazione pub-
                  blica (anche tramite i social);
                  garantire la presenza dei propri operatori alla frequenza dei moduli formativi proposti;

                  riguarda gli spazi, gli arredi, la strumentazione informatica (completa di internet) e te-
                  lefonica.

                            4. Impegni di Anci Veneto

         1. Anci Veneto garantisce adeguata comunicazione del progetto nei confronti dei propri associati.

                           5. Impegni di Regione Veneto

         1.                   delle proprie funzioni di indirizzo, programmazione, controllo, e
          di monitoraggio e valutazione delle politiche e del mercato del lavoro, garantisce adeguata comuni-
          cazione del progetto.
         2. La Regione valida preventivamente le proposte di attivazione del progetto da parte dei Comuni,
                                     utorizzazione
         3. La Regione, in collaborazione con ANCI e Veneto Lavoro, cura annualmente una indagine sul grado

         4. La Regione si impegna a valutare forme di contributo finanziario o altre forme di sostegno degli
          sportelli comunali in convenzione, anche a seguito di una specifica modifica normativa in materia
                                al rafforzamento dei servizi per il lavoro.

                           6. Impegni di Veneto Lavoro

         1. Veneto Lavoro si impegna a realizzare le
Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 111 del 6 novembre 2018              429
_______________________________________________________________________________________________________




    ALLEGATO A          DGR nr. 1554 del 22 ottobre 2018                                  pag. 4 di 4




          a. personalizzazione del sistema ClicLavoro Veneto nei confronti degli utilizzatori intermediari
            qualificati come Amministrazioni Comunali, aderenti al presente atto;
          b. formazione ed aggiornamento degli operatori incaricati dal Comune per l'erogazione dei servizi
            sopra descritti, in sede ed orari da concordare tra le parti;
          c. inpiduazione di un referente per la collaborazione tr
            Comunale firmataria.

                                         7.   Durata

      Il presente protocollo ha la durata di due anni, a decorr
      mente per analogo periodo, salvo disdetta scritta, in qualsiasi momento, di una delle parti.

                                8. Trattamento dei dati personali

      I dati personali trattati al fine di dar seguito al seguente Protocollo di Intesa saranno trattati dalla Regione e
                            Titolar
      Regolamento UE 2016/679, unicamente ai fini istituzionali e non sar
      fusi in assenza di esplicita disposizione di legge.
      I Titolari del trattamento assicurano che tali trattamenti sono effettuati nel rispetto delle disposizioni di legge
      vigenti in materia di protezione dei dati personali, previa adozione di adeguate misure tecniche ed organizza-
      tive di sicurezza.

                                       9. Controversie

      Ogni e qualsiasi questione che dovesse sorgere in relazione al contenuto del presente Protocollo e che non




                                    10. Disposizioni finali


                                              o a cura e spese di chi ne abbia interesse, ai sensi

      Per quanto non espressamente previsto dal presente Protocollo, si fa rinvio alle disposizioni di legge in mate-
      ria ed a quelle del Codice Civile.

      Letto, firmato e sottoscritto

          Per la Regione del Veneto .....................................................................

          Per ANCI ........................................................................................

          Per Veneto Lavoro ...........................................................................




                                   firma digitale, ai sensi dell'articolo 24 del Decreto
      legislativo 7 marzo 2005, n. 82, con firma elettronica avanzata, ai sensi dell'articolo 1, comma 1, lettera q-
      bis), del Decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, ovvero con altra firma elettronica qualificata.