Strumenti personali

Tu sei qui: Home / Turismo / Le Ville Palladiane / Villa Godi Valmarana Malinverni

Villa Godi Valmarana Malinverni

 

Villa Godi Valmarana Malinverni

villa_godi.jpg

Villa Godi Malinverni è una delle prime costruzioni di Andrea Palladio e risale al 1540. Il progetto venne pubblicato dallo stesso architetto nel trattato "I quattro Libri d'Architettura" anche se appaiono varie differenze tra la fabbrica edificata ed il disegno:

basti notare la distribuzione delle finestre e la presenza di un frontone non realizzato.

Gli interni furono affrescati da tre artisti legati alla tradizione veronesiana cinquecentesca. Battista Zelotti decorò gran parte delle sale raffigurando muse e poeti, esaltando gli Dei classici nella sala dell'Olimpo e Venere e Cupido nella stanza adiacente. Sulle pareti del salone rivivono gli scontri tra l'imperatore Alessandro il Grande ed il sovrano persiano Dario, e gli amori di Giove per Ganimede e per Europa.

Gualtiero Padovano, come si nota nella sala del Putto, è senza ombra di dubbio il più debole dei pittori qui impegnati.

La villa Malinverni custodisce anche due importanti raccolte di quadri e di fossili. Nella pinacoteca sono esposti alcuni capolavori dell'arte italiana dell'Ottocento: vi sono opere di Cremona, Hayez, Induno, Michetti, Tofano e persino di Segantini.