Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Notizie stampa

Tu sei qui: Home / Notizie stampa / "Ti porto io" per scoprire la ricchezza del vicentino

"Ti porto io" per scoprire la ricchezza del vicentino

pubblicato il 22/05/2018

Avvicinarsi al Vicentino ed esserne avvicinati.

Si chiama “Ti Porto Io” ed è la nuova App studiata e realizzata da Stefano Cantiero, noto volto televisivo, che permetterà non solo di conoscere l’offerta straordinaria della nostra provincia qualunque sia l’angolo prospettico da voi preferito, ma che consentirà a chi la attraversa di essere raggiunto, anzi avvicinato dai luoghi, dalle strutture che in quel momento si troverà vicino.

Un’applicazione semplice, gratuita e soprattutto molto pratica, dedicata ora a Vicenza, che nel complesso ha già superato tre milioni di visualizzazioni e che proprio per la sua valenza turistica ha convinto la Provincia di Vicenza a farsene partner, ospitando pure nella propria splendida sede di rappresentanza, ovvero Villa Cordellina Lombardi di Montecchio Maggiore, la sua presentazione a sindaci e operatori economici.

A fare gli onori di casa il Consigliere Delegato alla Cultura e al Turismo Francesco Enrico Gonzo il quale, dopo aver portato il saluto del Presidente della Provincia Achille Variati ha presentato iniziativa e ospiti non senza un pizzico di emozione “perché questo risponde ad una domanda che appena eletto mi ero posto: cosa posso fare io, Sindaco di Isola Vicentina, per il mio territorio. Dal momento, però, che credo molto nei social e nella comunicazione via Internet, ho subito cercato il modo per raggiungere, attraverso la rete, non solo i miei concittadini ma quante più persone possibili per dire semplicemente loro quale ricchezza la nostra terra celi e offra”.

Non c’è un senso che non resti appagato, anzi saziato, tanto ricco è il menù dei 5 sensi che propone. “Il progetto digitale – continua Gonzo - ha già nel nome il senso di un viaggio pratico eppure approfondito. Grazie alla tecnologia, si potrà girare il Vicentino in lungo e in largo alla scoperta non solo di luoghi unici sotto il profilo storico, artistico, archeologico, culturale e paesaggistico ma anche di una varietà e qualità di tipicità enogastronomiche che non ha davvero eguali nel resto della Regione e, probabilmente, del Nordest stesso”.

A darne una dimostrazione pratica e ricca di sapore e qualità Paolo e Federico, proprietari della Pizzeria Gourmet “S.Martino” di Cornedo Vicentino, e la signora Ivana Boscolo, in rappresentanza della famifglia fondatrice e gestore de “Il ceppo Gastronomico” di Vicenza che tra un trancio di “Margherita” classica ed un assaggio di baccalà naturale o mantecato ha fatto capire ancora meglio le potenzialità di questa applicazione.

“In effetti – sottolinea l’ideatore Stefano Cantiero - al centro ci sono le persone con le loro storie. Perché a rendere grande ed importante il territorio è proprio la gente, con le sue storie, i suoi sogni, le sue speranze, nelle quali lavoro, orgoglio e passione si fondono per diventare quotidiano e puntare verso il futuro dopo essere stato passato coraggioso e nobile. Tutto condensato in un App, come i tempi moderni, veloci e scevri da fronzoli, richiedono, ma senza dimenticare la forza evocativa delle parole, quelle necessarie, senza le quali un’immagine, anche la più bella, resta solo un manifesto senza profondità”.

Perché, come dice il suo slogan, “Raccontare le cose è solo questione di mentalità”. E se volete qualche numero eccovi accontentati: “In due anni questa App ha avuto una audience di oltre 6 milioni di persone, con 3,5 milioni di visualizzazioni. A ciò si aggiungano le 122.000 interazioni tra like e commenti e una media di permanenza di quasi 2 minuti, che non è un passaggio fugace ma una sosta ponderata e attenta”. Mica finita, perché “Ti Porto Io” è in inglese e tedesco. Come si scrive lo si imparerà solo cliccando e se proprio volete un sottotitolo beh, presto fatto: vedi Vicenza e poi...vivi e goditela.