Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Tu sei qui: Home / Notizie stampa / Svt: un mese tra grandi appalti e nuove pensiline

Svt: un mese tra grandi appalti e nuove pensiline

pubblicato il 01/04/2016

Gare d'appalto milionarie, ma anche unificazione delle fermate e installazione di nuove pensiline. Il primo mese di vita di Svt, Società Vicentina Trasporti che dal primo marzo 2016 gestisce il trasporto sia urbano che extraurbano, è trascorso all'insegna della riorganizzazione e dell'ottimizzazione del servizio.
“Con l'obiettivo -chiarisce il Presidente Svt Angelo Macchia- di realizzare economie di scala che permettano investimenti sulla qualità del servizio che offriamo.” Economie che certo si attendono dai primi due bandi di gara in pubblicazione nel mese di aprile. Il primo riguarda la fornitura di gasolio, con base d'asta a poco più di 4,9 milioni di euro (4.912.000 per la precisione) per un consumo stimato di circa 5,2 milioni di litri di gasolio (5.175.000 litri per i veicoli e 47.000 per il riscaldamento).
Il secondo bando mette in gara l'affidamento della polizza assicurativa per l'intero parco auto Svt, che comprende 393 autobus e 31 auto di servizio, per una base d'asta in via di quantificazione ma che dovrebbe assestarsi sul milione di euro.

Passando dai “grandi” ai “piccoli” interventi, i primi risultati dell'unificazione della gestione del trasporto pubblico sono già tangibili e visibili sul territorio.
Nelle fermate, ad esempio -continua Macchia- da subito abbiamo unificato le fermate presenti lungo i percorsi comuni ex Ftv e ex Aim Mobilità, e abbiamo eliminato fermate ritenute non più strategiche o che non garantivano la piena sicurezza dell'utenza. Questo ci permette, su vasta scala, di recuperare i fondi da destinare a nuove pensiline”.
I primi punti fermata unificati si trovano in Strada Marosticana, Viale Anconetta, Strada del Pasubio, Viale Riviera Berica, Marola, Torri di Quartesolo e Longare.
Sono inoltre previste nuove piazzole di sosta a Bolzano Vicentino, Longare e Torri di Quartesolo. L'obiettivo è duplice: maggior sicurezza dei clienti e comodità nell'accesso pedonale alle fermate.
Ulteriori interventi riguarderanno tutte le fermate, ma verranno previsti gradualmente, come l’installazione del nuovo logo societario, l'uniformazione delle informazioni ai clienti (es. orari e avvisi di variazione dei percorsi), la modifica di pannelli di percorso.
Così come verranno fornite pensiline di attesa nelle fermate ancora sprovviste.

Cambiamenti in vista anche per la stazione ex Ftv di viale Milano, destinata a diventare sempre più nodo di interscambio del servizio del trasporto pubblico vicentino. Già la linea urbana 3 ha spostato qui il capolinea che precedentemente si trovava in viale Roma, trasformando il vecchio capolinea all’altezza dell’esedra di Campo Marzo in fermata ed eliminando la fermata nel piazzale della Stazione.
E non è che l'inizio. Perchè da giugno, finite le scuole, il piazzale della stazione sarà interessato da lavori di riqualificazione, per cui saranno molti altri i pullman del servizio urbano che sposteranno il loro capolinea all'interno della stazione di viale Milano.

“Stiamo analizzando convenienze operative e industriali di ogni settore -conclude Macchia- dai grandi appalti alla singola fermata, Svt deve essere occasione per riorganizzare e ottimizzare un servizio che vogliamo sempre più efficiente e sicuro, in grado di rispondere alle esigenze prima di tutto dei vicentini, ma con un occhio attento anche ai turisti che, ci auguriamo sempre più numerosi, usufruiscono del trasporto pubblico per visitare il nostro territorio.”