Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Tu sei qui: Home / Notizie stampa / Svt: presentato il direttore generale Umberto Rovini

Svt: presentato il direttore generale Umberto Rovini

pubblicato il 18/07/2016

Svt ha un direttore generale. Si chiama Umberto Rovini ed è stato presentato questa mattina dal Presidente dell'azienda del trasporto pubblico vicentino Angelo Macchia.
Rovini, laurea in ingegneria civile e abilitazione all'esercizio della professione di ingegnere, vanta una lunga esperienza nel campo dei trasporti e delle infrastrutture. Lascia la direzione generale della società Aps Holding di Padova, da dove ha seguito da protagonista la nascita di Busitalia Veneto, società che si occupa del trasporto urbano ed extraurbano di Padova e Rovigo.
“Arriva quindi a Vicenza con un bagaglio importante -commenta il Presidente Macchia- e con l'esperienza di chi, con un anno di anticipo rispetto a Vicenza, ha vissuto la concentrazione dei due rami del trasporto pubblico, urbano ed extraurbano. Caratteristica che, assieme ad un curriculum di tutto rispetto, ci ha spinti a selezionarlo tra i vari candidati che hanno partecipato alla selezione pubblica per la ricerca di un direttore generale Svt.”

Il compito che lo attende, come ha chiarito Macchia, è di concretizzare gli obiettivi che ci si era posti alla nascita di Svt: più efficienza per i viaggiatori, più comodità, più sicurezza, meno costi di manutenzione e meno spese di gestione.
Obiettivi a cui la proprietà, rappresentata dall'assessore Antonio Dalla Pozza per il Comune di Vicenza e dal Consigliere delegato Mario Benvenuti per la Provincia di Vicenza, ha aggiunto i propri. “Vicenza sta vivendo un periodo di grande cambiamento sul tema della mobilità -hanno affermato- pensiamo alla linea dell'Alta Velocità/Alta Capacità, ma anche al filobus e alla necessità di rimodernare il nostro servizio di trasporto pubblico dandogli un respiro europeo. Il primo passo è l'integrazione ferro-gomma, e in tal senso già ci siamo candidati in Regione per testare il biglietto unico sulla tratta Vicenza-Schio”.
Il rodaggio della società è finito, hanno concluso i due, ora è il momento di accelerare.

Invito colto con entusiasmo dal nuovo direttore generale, il quale ha però posto una priorità: la conoscenza della società e il confronto con il personale. “Il capitale umano è il vero capitale dell'azienda -ha sottolineato Rovini- l'integrazione di due società è un'operazione delicata e Vicenza l'ha affrontata con serietà e attenzione. Continuerò quindi su questa linea, confrontandomi con le organizzazioni sindacali e con gli autisti, che sono i nostri sensori sul territorio. Fondamentale è anche la comunicazione con i cittadini, perché sono loro i nostri utenti ed è per loro che il servizio deve essere efficace. Il trasporto pubblico è la linfa vitale di una città, ma dobbiamo esserne convinti tutti.” Quanto poi all'Alta Velocità/Alta Capacità, Rovini non ha dubbi: “E' la nostra occasione per far fare un salto di qualità alle infrastrutture del trasporto e della mobilità.”
Il piede di Rovini è pronto a premere sull'acceleratore.
Umberto Rovini prenderà servizio come direttore generale di Svt l'1 settembre 2016 per un incarico che durerà 3 anni.

Svt: bilancio positivo dopo 4 mesi di attività
La presentazione del direttore generale è stata occasione per il Presidente Macchia per fare un bilancio sui primi quattro mesi di vita di Svt Srl.
“Abbiamo lavorato sulla razionalizzazione e l'organizzazione del servizio, con l'unificazione delle fermate, il capolinea unico alla stazione di viale Milano, la biglietteria unica, il libretto unico degli orari. Abbiamo sottoscritto un unico contratto per il trasporto dei tifosi, così come abbiamo offerto alle scuole e alle associazioni un servizio di trasporto a prezzo calmierato. ”
E poi c'è il tema sicurezza, una priorità dell'azienda. Grazie alla controlleria unificata c'è un team di 25 controllori che presidia le linee più calde e frequentate, con il risultato che i controlli, così come le sanzioni, si sono più che triplicati, passando dai 154 dello scorso maggio 2015 ai 446 del maggio 2016.
Buone notizie anche sul fronte economie di scala: sono stati elaborati e aggiudicati due bandi di gara, l'uno per le polizze assicurative per l'intero parco auto di Svt, con un risparmio del 25,38% rispetto allo scorso anno, e l'altro per la fornitura di 5,2milioni di litri di gasolio, con un ribasso che però è variabile a seconda del costo del gasolio ed è pertanto difficile da quantificare.