Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Tu sei qui: Home / Notizie stampa / Sindaci uniti per il completamento della Pedemontana

Sindaci uniti per il completamento della Pedemontana

pubblicato il 29/07/2016

Un atto di grande spessore politico. I Sindaci Vicentini raccolgono l’invito del Presidente della Provincia Achille Variati e dopo il Bilancio di Previsione 2016 votano all’unanimità anche l’ordine del giorno proposto da palazzo Nievo sul completamento della Pedemontana.

Poche righe: “L’Assemblea dei Sindaci, riunitasi il 28 luglio 2016 per esprimere il parere sullo schema di bilancio preventivo 2016 dell’Area Vasta di Vicenza, di fronte a possibili difficoltà di avanzamento dei lavori della Pedemontana Veneta e delle opere di completamento, i cui cantieri sono tutt’ora aperti, invita all’unanimità dei presenti il Presidente della Provincia ad assumere ogni atto utile nei confronti della Regione e del Governo affinché si superi lo stallo attuale e si arrivi al più presto al completamento dell’opera a servizio del territorio vicentino e veneto”.

Spiega Variati. “Risolvano i dubbi, ma non pensino di lasciare l’opera incompiuta. Sarebbe una ferita troppo grande. Il fatto che questo ordine del giorno sia stato votato da tutti, anche da quegli amministratori che inizialmente avevano espresso perplessità sull’opera, significa che le amministrazioni non vogliono trovarsi con un territorio devastato, ma con cantieri ultimati e interventi realizzati. E questo è molto significativo”.

Per il Presidente della Provincia è tempo di risposte certe e non di dubbi. “Il dialogo fra gli Enti superiori a questo punto deve essere intenso e costante, i Sindaci vicentini hanno dato un segnale di grande responsabilità amministrativa confermando il documento che ho sottoposto loro. Un segnale ancora più forte perché trasversale alle appartenenze partitiche ed al territorio provinciale stesso”. La palla a Venezia e a Roma, “l’importante – sottolinea il Sindaco di Mason Vicentino Massimo Pavan– che come diciamo in Veneto el tacon no sia peso deo sbrego”. Proprio per questo motivo il Presidente Variati porterà la questione anche all’incontro romano con la Cassa Depositi e Prestiti. “Non si possono ignorare né le Comunità locali che stanno sopportando questi lavori nella speranza che possano servire allo sviluppo dei loro territori, né le difficoltà in cui versano le imprese realizzatrici, alcune delle quali stanno già pagando sulla loro pelle”.