Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Tu sei qui: Home / Notizie stampa / In bici per solidarietà da Schio ad Arsiero

In bici per solidarietà da Schio ad Arsiero

pubblicato il 12/09/2017

Passeggiando in bicicletta accanto a te, pedalare senza fretta...al sabato mattina. Ci scuserà Riccardo Cocciante di questa piccola variazione di data sul tema della sua bellissima canzone, ma in effetti è proprio quello che succederà sabato 16 settembre con “In viaggio con l’Africa – in treno e in bici da Vicenza alle Prealpi Vicentine”. Dal binario giardino di Vicenza a Schio e di qui, passando alle due ruote a pedale, fino ad Arsiero. Scopo: raccogliere fondi per il progetto “Prima le mamme e i bambini. 1000 di questi giorni” e continuare la campagna di sensibilizzazione delle popolazioni sull’importanza di armonizzare tra loro le componenti del trasporto.

Obiettivi importanti per una giornata che si preannuncia allegra sotto l’egida dei medici del Cuamm e dell’instancabile “Ferrovieri con l’Africa”, associazione che mette assieme un gruppo di addetti delle ferrovie della regione guidati da quel Gino Mina che come Bob, il trenino eroe dei più piccini, non si ferma mai nel suo peregrinare sulle strade della solidarietà attiva.

Presentata ed illustrata questa mattina a palazzo Nievo dalla Provincia di Vicenza, nella persona del Consigliere Delegato alla Mobilità Mario Benvenuti, da sindaci ed assessori di Monticello Conte Otto, Dueville, Thiene e Villaverla (enti patrocinanti interessati dalla tratta assieme a Vicenza, Marano Vicentino, Montecchio Precalcino e Schio) nonché di Arsiero, fino al 1964 raggiunto anche esso dai mezzi su rotaia da Piovene Rocchette, l’iniziativa prenderà come detto il via alle 7.30 del mattino al binario giardino della stazione di Vicenza. Caricate le biciclette – se non ce l’avete potete noleggiarla a prezzo scontato al Vi.Bici.Park, nel parcheggio della stazione – il piccolo convoglio si metterà in marcia alle 8.09 per arrivare a Schio 40’ e alcune stazioni dopo. Da Schio tutti in sella destinazione Arsiero, attraverso vie secondarie e soprattutto la bellissima ciclabile in cui è stato trasformato l’antico sedime dell’ultimo segmento di linea ferroviaria. Ad Arsiero spuntino offerto dall’amministrazione e riflessioni sui progetti sopra accennati nonché sul futuro della linea ferroviaria Vicenza-Schio.

“La Vicenza-Schio – sottolinea il Consigliere Provinciale Mario Benvenuti -  diventa ancor più strategica nell’ottica della nuova Autostrada Pedemontana Veneta, per il movimento delle merci. Vero che attualmente ben 22 passaggi a livello insistono lungo lo sviluppo del suo percorso ma l’obiettivo resta quello di aumentare il traffico senza intasare le strade”. Due sfide, assieme a quella ormai storica dell’integrazione gomma-rotaia, che annunciano il futuro. A richiamare il presente, invece la passeggiata di sabato che Gino Mina sintetizza così: “Per aiutare 11mila donne africane di Angola, Etiopia, Mozambico, Tanzania, Sierra Leone, Sud Sudan e Uganda a raggiungere gratuitamente e presto una struttura sanitaria dove poter partorire in sicurezza. E’ un progetto quinquennale che garantisce 320.000 parti sicuri e pure la cura di 10.000 bambini affetti da malnutrizione grave e l’accompagnamento alla crescita, durante i primi 1.000 giorni di vita, di oltre 50.000 bimbi malnutriti acuti. Vogliamo far capire che in quei paesi il sistema dei trasporti è un elemento centrale, la chiave per garantire cure e assistenza alle partorienti e future mamme ed ai loro bambini”.

E poi, volete mettere fare del bene (offerta minima 15 Euro) pedalando, respirando aria buona, parlando e perché no pure fischiettando “In Bicicletta”  del Riccardo nazionale? Partecipate gente, partecipate. E’ per una bella causa.