Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Tu sei qui: Home / Notizie stampa / Controlleria unificata Svt: più controlli e più sicurezza

Controlleria unificata Svt: più controlli e più sicurezza

pubblicato il 18/03/2016

A quindici giorni dalla sua nascita Società Vicentina Trasporti, che gestisce il servizio di trasporto pubblico locale di tutto il vicentino, detta le priorità d'azione e interviene su un settore “caldo”: la controlleria. Nella seduta del 16 marzo il Consiglio di Amministrazione ha approvato il progetto della controlleria unificata che, in poche parole, significa più controlli e più sicurezza.

“Abbiamo analizzato le buone prassi di Ftv e Aim Mobilità, le due società che si sono unite in Svt -spiega il Presidente Angelo Macchia- e abbiamo elaborato un protocollo che non solo le uniforma, ma le integra per rafforzarne i risultati. Abbiamo costituito un team di controllori di circa 25 persone che monitorano il rispetto delle regole sui bus urbani ed extraurbani, dando naturalmente priorità alle linee maggiormente problematiche e dove si sono riscontrati episodi di disturbo.”

Il servizio è già stato testato con ottimi risultati nel 2015 grazie ad una convenzione tra Ftv e Aim Mobilità: per 3 mesi, dal primo ottobre a fine dicembre, 4 controllori Aim hanno affiancato 4 addetti di FTV in servizio esclusivamente sulle linee extraurbane. I numeri rendono bene il risultato di questa operazione: controlli aumentati del 65% e + 105% verbali emessi. Nel dettaglio, facendo un confronto tra primo e quarto trimestre del 2015, i controlli sono passati da 18.332 a 30.665, mentre i verbali da 771 a 1.580.

Ora si passa dall'integrazione all'unificazione. L'attività di verifica viene potenziata, i turni rafforzati grazie all'organizzazione in squadre di controllo e, se necessario, vengono utilizzati anche operatori esterni quale forza aggiuntiva.
Il lavoro di certo non mancherà: nel solo 2015 sono stati emessi 4.535 verbali, 2.900 da Ftv e 1.635 da Aim Mobilità. Perlopiù si tratta di sanzioni ai “portoghesi”, cioè a coloro che tentano di viaggiare gratis, ma ci sono anche sanzioni per cessione del titolo di viaggio, lancio di oggetti dal bus, danneggiamento dei mezzi e ogni altro comportamento non rispettoso delle regole.

“L'obiettivo è duplice -sottolinea Macchia- da un lato la lotta all'evasione, che pesa all'azienda e, indirettamente, all'intera comunità. I soldi recuperati verranno investiti per migliorare il servizio di trasporto, a tutto beneficio dell'utenza. Dall'altro la sicurezza, perché la divisa del controllore scoraggia eventuali episodi di disturbo e di tensione da parte di malintenzionati.”

A ciò si aggiunga che ogni controllore è dotato di palmare e telefono geolocalizzato collegato con la Sala controllo, quindi, in caso di necessità, è in grado di allertare in tempo reale le Forze dell'Ordine, che possono quindi intervenire in maniera celere. Gli stessi autisti hanno un tasto di “chiamata rapida”, un pulsante di emergenza accanto al volante che li collega alla sede operativa e allerta le forze dell'ordine.

Ufficio Unico Sanzioni

Viene creato l'Ufficio Unico Sanzioni per la gestione dei verbali, che vengono uniformati sia nella forma che nella sostanza. E' già pronto il nuovo modello di “verbale di contestazione Svt” ed anche un procedimento unico per la sua gestione, con uniformità di sanzioni.
La sanzione per chi viene pizzicato senza titolo di viaggio è di 40 euro se il pagamento avviene entro 5 giorni, di 50 euro se si paga dal 6° al 60° giorno. In entrambi i casi si aggiungono 5 euro per le spese di procedimento. Dopo il 60° giorno l'Ufficio Unico Sanzioni gestirà l'attività istruttoria per la riscossione coattiva con maggiorazione degli importi.