Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Notizie stampa

Tu sei qui: Home / Notizie stampa / Archivio news / 2013 / Da Palazzo Nievo il via all'Antica Fiera del Soco

Da Palazzo Nievo il via all'Antica Fiera del Soco

pubblicato il 27/08/2013

Presentata questa mattina, nella sala Consiliare della Provincia di Vicenza, l’edizione 2013 dell’Antica Fiera del Soco, in programma a Grisignano di Zocco dal 6 al 12 settembre.
Ospiti del Capo di Gabinetto della Provincia, Dino Secco, che ha fatto gli onori di casa, il sindaco di Grisignano, Renzo Lotto, e il responsabile dell’area SO…COuntry e consigliere comunale, Marco Casarotto, che hanno presentato novità e caratteristiche della nuova edizione.
“La presentazione dell’Antica Fiera del Soco si fa nella sede della Provincia perché è la fiera più importante del Veneto – ha sottolineato Dino Secco –. Nella nostra regione si possono contare altre quattro, cinque realtà più o meno di questo livello, ma per iniziative, numeri e partecipazione quella del Soco resta al primo posto come strumento di comunicazione del territorio e delle eccellenze locali e non solo. Per questo ringrazio il sindaco e la Fiera che in questi anni hanno sempre voluto fare rete con le istituzioni come la Provincia e mantenere un rapporto di collaborazione”.
Proprio dall’importanza del rapporto con le istituzioni e dal valore del fare sistema sono partite le considerazioni del sindaco di Grisignano, Renzo Lotto: “Dobbiamo ringraziare la Provincia che ci è sempre vicina ed anche la Regione, che partecipa anche con un contributo economico, oltre a quei Comuni che ci affiancano nel creare una rete di relazioni e collaborazioni che si traducono nel Sistema Veneto, un anello di congiunzione fra territorio e cittadini, presente con propri spazi in Fiera.
Oggi presentiamo l’edizione 2013, ma non siamo in grado di dire a che numero siamo arrivati perché le nostre radici sono molto antiche. E proprio dalle nostre radici e tradizioni intendiamo partire oltre che dalle eccellenze del territorio e dell’enogastronomia che troveranno giusta valorizzazione nella Piazza dei Sapori, come anche in altre iniziative.
Come Comune e come Fiera siamo chiamati a dare delle risposte al mondo economico che sta attraversando un periodo difficile, ma grazie alla collaborazione con le associazioni di categoria anche in questa edizione cerchiamo di offrire il massimo. Qualche volta mi sento dire che a Grisignano la crisi non c’è. Certo non è vero, ma possiamo dire di riuscire a mantenere numeri in linea con le passate edizioni proprio grazie alla sinergia con le istituzioni e con le categorie che avranno il loro spazio all’interno della Mostra espositiva, giunta alla 30esima edizione. Ma la Fiera è anche molto altro e sicuramente uno spazio di rilievo è rappresentato dal mondo delle associazioni no profit e di volontariato che proprio grazie ai servizi forniti in Fiera riescono ad ottenere risorse per proseguire con le loro importanti attività. L’Istituto malattie rare “Mauro Baschirotto”, la Fondazione Città della Speranza, l’AIDO, il gruppo Fidas, sono solo alcuni esempi di associazioni che affiancano anche in questa edizione la Fiera e per le quali la Fiera stessa rappresenta una grande vetrina”.
In rappresentanza dell’Antica Fiera del Soco è intervenuto Marco Casarotto, responsabile dell’Area SO…COuntry e consigliere comunale di Grisignano, che ha portato i saluti del presidente della Fiera Lorenzo Dainese, assente per motivi di salute.
“Per illustrare l’edizione 2013 della Fiera si può partire dalla copertina del magazine che riporta i simboli tradizionali e la storia di questa manifestazione che intende ritornare alle sue tradizioni e alle sue radici per guardare al futuro con maggiore speranza. Oltre quindi ai numeri che sono significativi - parliamo di un percorso di 10 km di bancarelle con circa 500 banchi, di 4000 metri quadrati di Mostra espositiva con 150 aziende, di 2500 metri quadrati suddivisi in quattro aree spettacolo, di 3000 metri quadrati per gli stand gastronomici e oltre 70 attrazioni al luna park -  ci sono una serie di iniziative che intendono appunto valorizzare le tradizioni e le eccellenze locali: dalla Piazza dei Sapori alla Piazza del Mercato agricolo a “chilometro zero”, dalla Fiera Franca del bestiame che caratterizza il Luni del Soco, momento che anche storicamente rappresenta il fulcro della Fiera, agli Antichi Mestieri. Particolare attenzione quest’anno all’area SO…COuntry che non è solo musica e ballo di questo settore, ma un mondo in cui si ritrovano le proprio radici e tradizioni. In questo ambito si inserisce anche la collaborazione con l’Associazione ornitologica “Il Gheppio” che sarà presente con la Fattoria didattica e che nella serata iniziale, venerdì 6 settembre, presenterà in un convegno un progetto pilota di miglioramento ambientale ai fini faunistici e paesaggistici, al quale parteciperanno autorità e rappresentanti della Coldiretti, della Regione e di Federcaccia. Il Convegno sarà solo l’inizio di una sei giorni estremamente ricca di spettacoli ed eventi per tutti i gusti e per tutte le età”.
Il programma completo si trova all’interno del sito ufficiale www.fieradelsoco.it e gli aggiornamenti via Facebook e Twitter.