Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Notizie stampa

Tu sei qui: Home / Notizie stampa / Archivio news / 2011 / Il "Brocchi" : polo liceale per 2 mila studenti

Il "Brocchi" : polo liceale per 2 mila studenti

pubblicato il 13/10/2011

Il complesso dell’ex Sacro Cuore a Bassano del Grappa diventa definitivamente la cittadella degli studi del Liceo Brocchi. La Provincia di Vicenza ha consegnato ufficialmente questa mattina l’intera area al Preside Gianni Zen, agli insegnanti e ai 2mila studenti che già hanno invaso aule e laboratori.

Si conclude così un percorso iniziato nel 2004, quando la Provincia, per 8.140.000 euro, ha acquistato un’area strategica al centro di una Città in cui si inserisce con ampi edifici e spazi verdi.

In pochi anni sono stati ristrutturati i due edifici esistenti, Villa Fanzago e Palazzina 900, e ne è stato costruito uno di nuovo, denominato Chiocciola, con un investimento totale di circa 5milioni di euro a cui ha contribuito anche la Fondazione Cariverona. “Il risultato –sottolinea l’assessore provinciale all’edilizia scolastica Nereo Galvanin- è un complesso architettonico che affianca armonicamente antico e moderno e che persegue la funzionalità senza dimenticare l’estetica. Quest’area rappresenta uno degli investimenti più importanti della Provincia, ma anche dei più utili e meritevoli, perché si traduce in nuove opportunità di apprendimento e di crescita per i nostri giovani.”

Ciliegina sulla torta, per volontà congiunta della scuola e della Provincia le antiche stanze di Villa Fanzago ospitano oggi un Centro Studi e Punto Lettura che raccoglie i 16mila volumi di proprietà del Liceo Brocchi. Molto più di una biblioteca scolastica: un vero e proprio luogo di ritrovo e polo di iniziative culturali aperto a tutta la Città. “Una biblioteca viva”, come l’hanno definita i suoi ideatori. Dove i libri prendono vita e si raccontano. Esattamente come è successo stamattina, durante la cerimonia di inaugurazione, aperta da un gruppo di studenti/attori che, sulla scia di Fahrenheit 451, hanno impersonato opere di grandi scrittori. Un monito all’importanza della lettura, del pensiero libero e della memoria. Lo stesso che è arrivato anche da chi ha fatto e sta facendo la storia del Liceo Brocchi e che stamattina era seduto al tavolo dei relatori, quasi a voler significare una continuità tra ciò che è stato e ciò che sarà. Tra costoro i professori Giorgio Pegoraro, Vittorio Andolfato, Maria Marchese, Laura Dinale, Maddalena Lazzarotto. A fare da testimoni a questo ideale “passaggio” il vice direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale Gianna Miola e rappresentanti degli enti locali: il Sindaco di Bassano del Grappa Stefano Cimatti, il Vicepresidente della Provincia Dino Secco e l’assessore provinciale all’istruzione Morena Martini. Quest’ultima, in particolare, è stata grande protagonista del Centro Studi e Punto Lettura, non solo perché ha chiesto e ottenuto dalla Provincia un cospicuo contributo per la realizzazione, ma perché ha fatto da trait d’union tra scuola e istituzioni perché la struttura possa rappresentare un punto di riferimento per tutto il territorio.


Lavori realizzati nell’area ex Sacro Cuore:
  • VILLA FANZAGO è stata oggetto di un importante intervento di ristrutturazione dell’intero corpo di fabbrica. Sono stati adeguati gli impianti, è stato installato un ascensore per tutti i piani . Negli ultimi due piani sono state ricavate 5 aule al piano secondo e 6 uffici al piano primo, la bidelleria al piano terra, ma soprattutto la prestigiosa biblioteca della scuola. Interventi manutentivi anche per l’ampio coperto e restauro delle decorazioni pittoriche . Tutti gli impianti sono stati messi a norma, con le certificazioni del caso e i servizi igienici rifatti. E’ stata rinforzata la via di collegamento tra villa e scuola per il passaggio degli automezzi e sono state eliminate le barriere architettoniche con adeguate rampe a norma.
  • PALAZZINA 900”: quattro piani di edificio oggi completamente utilizzabili per la didattica. Sono stati realizzati lavori di messa in sicurezza e di superamento delle barriere architettoniche. Sono stati recuperati all’uso i piani terzo e quarto con nuovi servizi igienici, nuove aule, nuove scale e corridoi di collegamento. E poi opere di sicurezza e impianti nuovi, accesso pedonale per portatori di handicap e nuova rampa di accesso per disabili.
  • CHIOCCIOLA”: nuovo edificio che amplia l’offerta di spazi con un piano terra e un piano primo dotato di 11 sezioni, 2 laboratori e servizi. Sono stati realizzati un vano per le attività libere, locali amministrativi, locali di servizio, le sistemazioni esterne sia viabilistiche che a verde, la pavimentazione esterna, un nuovo ingresso al comprensorio di via Parolini.
  • E’ stata realizzata anche una PALESTRA per le attività sportive.