Strumenti personali

Tu sei qui: Home / Notizie stampa / Al via il Festival degli organi storici vicentini

Al via il Festival degli organi storici vicentini

Mercoledì 15 agosto ore 20.30 – Marana di Crespadoro

Il Festival Concertistico Internazionale festeggia quest’anno la 15esima edizione e, come ormai da tradizione, si apre il 15 agosto alla chiesa parrocchiale di Marana di Crespadoro. Si aggiunga a ciò che la più grande rassegna musicale dedicata agli organi storici conta 30 (due volte 15) appuntamenti in tutto il vicentino e, se è vero che tre indizi fanno una prova, è confermato che 15 è il numero fortunato del Festival.
“L’obiettivo –spiega il direttore artistico Enrico Zanovello- è valorizzare i tanti organi storici custoditi nelle nostre chiese attraverso le mani dei migliori interpreti internazionali che, secondo una formula collaudata e apprezzata, sono affiancati da cori e orchestre. L’organo è d’altra parte uno strumento dalle elevate potenzialità timbriche date dalle centinaia di canne, quindi ben si presta ad esibizioni d’insieme.”
Il solenne suono dei migliori organi presenti nel vicentino si potrà quindi ascoltare in abbinata, solo per fare qualche esempio, con il Gruppo Corale di Bolzano Vicentino, gli Amici della Musica, i Polifonici Vicentini, le Voci del Pasubio, la Libera Cantoria Pisani, la Gioventù In Cantata, il Coro Giovani Voci di Bassano, il coro Città di Thiene e il Magnificat.
Ma sarà anche impreziosito dalla presenza di altri strumenti come la tromba di Michel Morisset o di Alberto Frugoni, i fiati dell’orchestra Elkom Ensemble, il flauto di Tito Ciccarese, il coro e orchestra barocca Andrea Palladio, l’orchestra sinfonica del Conservatorio di Vicenza.
I veri protagonisti, comunque, rimarranno loro, i migliori organisti del mondo. Gli italiani Mario Ciferri e Francesco Bongiorno, solo per fare qualche esempio. Lo svizzero Hilmar Gertschen, il belga Johan Hermans, la francese Marie Andrèe Morisset Balier, lo spagnolo Joxe Benantzi Bilbao, il finlandese Markku Makinen, il tedesco Johannes Skudlik. Direttamente dal Vaticano arriva Juan Paradell Solè, organista titolare della Cappella Musicale Pontificia Sistina, mentre dagli Stati Uniti arriva Cameron Carpenter.
L’edizione numero 15 del Festival Concertistico Internazionale si muove quindi nel segno della rodata tradizione, ma presenta anche alcune originalità: l’esecuzione delle ardite trascrizioni organistiche dei preludi di Rachmaminoff, le pagine sinfoniche per organo e orchestra del romanticismo di Guilmant e, per il concerto di chiusura, il funambolico programma sul pianoforte a pedali “Doppio Borgato” che, per l’eccezionalità dell’evento, sarà ospitato dal Teatro Comunale di Vicenza.
Altra novità è il concerto/lezione che si terrà alla Chiesa di San Giorgio in Gogna di Vicenza domenica 21 ottobre. Il maestro Mario Lanaro darà pratiche istruzioni per l’uso di cori grazie alla collaborazione de I Cantori di Trissino diretti da Domenica Fusato.
Il Festival si avvale della collaborazione dell’Associazione Musicale Archicembalo Ensemble, di “Vicenza è” e dell’Associazione per lo Sviluppo delle Attività Corali. Gode del patrocinio della Provincia di Vicenza oltre che del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Veneto e di Asolo Musica.
Informazioni su www.archicembalo.com