Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Lavoro

Tu sei qui: Home / Lavoro / Novità / “Generazione Cultura”

“Generazione Cultura”

Cultura, formazione, lavoro, autoimprenditorialità. Sono questi gli elementi principali di “Generazione Cultura”, il progetto ideato da Il gioco del lotto in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali e del Turismo e la Luiss business school. Gli obiettivi sono il potenziamento delle competenze dei giovani, la promozione del patrimonio artistico, la valorizzazione delle idee di impresa sviluppate dai giovani nel settore culturale. Da CLICLAVORO

“Generazione Cultura” vuole catalizzare le energie dei neolaureati nella missione della qualità, delle bellezza, della cultura che sia in grado di interfacciarsi con l’innovazione tecnologica. Lo straordinario patrimonio artistico italiano, unito alle stimate qualità dei nostri artigiani (moda, ceramica artistica, design, etc.) rappresentano da sempre un punto di forza del nostro Paese, che ha però bisogno di un aggiornamento del sistema educativo e formativo. Le industrie legate alla creatività, sviluppando servizi per le altre filiere produttive e trasmettendo contenuti ed innovazione, sono nel tempo diventate driver dell’incrocio fra il settore della cultura e la modernizzazione digitale. Le industrie creative generano il 6.1% della ricchezza prodotta in Italia con un effetto moltiplicatore per gli altri settori economici che fa salire il dato al 17%, garantiscono lavoro ad 1.5 milioni di persone pari al 6.1% (indagine “Io sono cultura”, Fondazione Symbola, 2016). A questo favorevole contesto economico fa però riscontro l’esigenza di coinvolgere le giovani generazioni non solo nella conoscenza del patrimonio artistico, ma anche nella trasmissione della convinzione che la cultura sia in grado di generare lavoro ed impresa. Formazione, stage ed idee di impresa per sviluppare la cultura Il bando di “Generazione cultura” si rivolge a cento neolaureati magistrali italiani con un’età massima di 27 anni ed una buona conoscenza della lingua inglese. Il programma è articolato in tre step: formazione, stage, tutoring on demand. La formazione di 200 ore sarà curata dalla Luiss business school, e verterà sulla digital transformation e sulla comunicazione, sul marketing dell’arte e della cultura, sull’adventure lab, sul cultural project management, sull’economia e sulla gestione degli istituti culturali in Italia. Lo stage semestrale retribuito si svolgerà in 25 istituti culturali italiani, e permetterà al neolaureato l’apprendimento dell’organizzazione dell’istituto culturale ospitante. Al termine dello stage i ragazzi torneranno in aula per una valutazione dell’esperienza vissuta. Ma il vero elemento innovativo è lo step dedicato allo sviluppo di idee di impresa. I ragazzi presenteranno i loro progetti di impresa culturale; cinque di questi verranno selezionati per essere avviati alla fase di incubazione di impresa. Questa fase di tutoring porterà allo sviluppo del business plan, una volta definita l’analisi di contesto, il posizionamento di mercato, il target di riferimento, la generazione della business idea.

Le domande vanno inviate entro il 21 aprile 2017.

Links