Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Focus

Tu sei qui: Home / Focus / Trasporto pubblico: dal 17 agosto richieste di rimborso degli abbonamenti utilizzati parzialmente

Trasporto pubblico: dal 17 agosto richieste di rimborso degli abbonamenti utilizzati parzialmente

pubblicato il 12/08/2020

Vicenza, 12 agosto 2020 - Da lunedì 17 agosto sarà possibile richiedere il ristoro degli abbonamenti utilizzati solo parzialmente in conseguenza delle misure di gestione e contenimento della pandemia Covid-19. Non si tratta di un rimborso in denaro ma di uno sconto corrispondente al periodo del mancato utilizzo dell’abbonamento. Lo sconto avverrà al primo rinnovo dell’abbonamento e sarà utilizzabile entro il 2020 per gli studenti, entro febbraio 2021 per i lavoratori.

Il periodo di rimborso è stabilito in 101 giorni (dal 27 febbraio al 6 giugno) per gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori e 71 giorni (dall’8 marzo al 17 maggio) per studenti universitari e lavoratori.

Un volta compilata la richiesta attraverso il modulo scaricabile dal sito www.svt.vi.it e inviato lo stesso all’indirizzo di posta elettronica rimborsi-covid-19@svt.vi.it, gli utenti interessati riceveranno un voucher in formato cartaceo da esibire alle Agenzie autorizzate al momento dell’acquisto del nuovo titolo di viaggio. Il termine ultimo per la presentazione delle richieste è il 31 ottobre 2020 e dovrà essere della stessa tipologia di quello da cui deriva o di durata superiore e non dovrà essere di importo inferiore al voucher in parola.

Per coloro che dimostreranno l’impossibilità di utilizzare il voucher (studenti che abbiano concluso il ciclo scolastico a giugno 2020, studenti che abbiano cambiato residenza, lavoratori che abbiano cessato l’attività lavorativa, cambiato attività o residenza) è prevista l’erogazione del rimborso sotto forma di biglietti. Tale procedura avverrà su prenotazione a partire dal 19 ottobre.

Non è possibile cedere il rimborso a un familiare giacché l’abbonamento è nominativo e perciò non cedibile a terzi.

«Svt è pronta ad accogliere le richieste per i rimborsi – spiega il presidente di Società Vicentina Trasporti -. L’azienda rivendica il merito di essere stata tra le prime aziende nel Paese che, già durante il lockdown, nell’ambito di Asstra e dei tavoli ministeriali hanno caldeggiato una soluzione che potesse rispondere alle necessità delle famiglie e degli studenti in un’ottica di socialità ed economicità. Lo Stato ha accolto questa prospettiva, stanziando le risorse e normando procedure e tempistiche. La pandemia ha inciso e nei prossimi mesi inciderà ulteriormente sul trasporto pubblico locale e questo implica un rinnovato senso di responsabilità non solo dell’azienda ma anche dell’utenza e di tutti coloro che a vario titolo sono coinvolti. Anche per questa ragione l’azienda raccomanda agli interessati di seguire in modo preciso le procedure per i rimborsi».

«Abbiamo raggiunto l'obiettivo di ottenere il massimo margine di rimborso sul periodo di non utilizzo degli abbonamenti dichiara il vice presidente della Provincia con delega ai Trasporti -. E' un risultato importante nell'ottica di arginare gli effetti negativi del lockdown nei bilanci delle famiglie e di agevolare le stesse nella ripartenza a settembre. Anche la decisione della Provincia e dell'Ente di Governo di tenere ferme le tariffe quest'anno va in questo senso. Gli studenti e i lavoratori pendolari sono i maggiori fruitori del trasporto pubblico locale e alla salvaguardia dei loro interessi Provincia e Società Vicentina Trasporti, che ringrazio, hanno lavorato in sinergia fin dall'entrata in vigore del lockdown. Le prossime settimane, con l'inizio della scuola, saranno decisive nel garantire l'efficienza e l'efficacia del servizio di trasporto pubblico. E ciò potrà però avvenire solo a condizione di un rinnovato impegno da parte di tutti i protagonisti».

Il voucher dovrà essere richiesto esclusivamente tramite il modello pubblicato sul sito e spedito all’indirizzo di posta elettronica rimborsi-covid-19@svt.vi.it

Sul sito www.svt.vi.it sono presenti nella sezione Faq le domande e le risposte più frequenti in tema e procedure del rimborso.

archiviato sotto: