Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Focus

Tu sei qui: Home / Focus / Nasce il Tavolo Provinciale Permanente sull'Alta Capacità

Nasce il Tavolo Provinciale Permanente sull'Alta Capacità

pubblicato il 06/12/2018
Riunito mercoledì sera a palazzo Nievo i Sindaci dei 9 Comuni interessati dal passaggio della futura linea ferrovieria

“Le notizie che arrivano dal Governo ci preoccupano, il fatto che il ministro Toninelli abbia rinviato l’analisi costi benefici a dopo le Elezioni Europee fa dilatare i tempi, resta comunque da parte nostra la volontà di continuare sulla strada dell’Alta Capacità. Volontà ribadita da tutti gli amministratori che sono venuti a questo incontro voluto in qualità di Presidente della Provincia”. Non si ferma il Presidente della Provincia Francesco Rucco, che dopo aver chiamato a raccolta i Comuni interessati dal tracciato ferroviario - Lonigo, Montebello Vicentino, Altavilla Vicentina, Brendola, Montecchio Maggiore, Torri di Quartesolo, Grumolo delle Abbadesse, Grisignano di Zocco e appunto Vicenza – ha chiesto ed ottenuto dagli amministratori presenti non solo l’assenso sull’opera ma anche un impegno costante al fine di stimolare Roma sulla necessità di portare avanti e a compimento l’opera. “Abbiamo concordato che questo sarà un Tavolo Permanente, che si riunirà ogni due mesi e che si confronterà costantemente con il Territorio. L’Alta Capacità è fondamentale per la nostra economia e questo deve essere chiaro”. Il primo passo sarà un incontro con tutti i Parlamentari Vicentini, di maggioranza e di opposizione, da organizzarsi entro Natale. “E’ necessario – continua Rucco – dare segnali forti e confrontarci serenamente ma decisamente con tutti. Per arrivare a gennaio 2019, quando sentiremo le categorie economiche, a definire una linea comune da portare avanti. Indietro non si torna. E saremo pure molto attenti alla definizione migliore dei progetti, già definiti – ma con ancora qualche piccolo aggiustamento possibile secondo noi – per la tratta Ovest, ancora da delinear, o comunque da sapere completamente, per quella Est”.

archiviato sotto: