Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Focus

Tu sei qui: Home / Focus / Montebello Vicentino sottoscrive il protocollo di intesa con Provincia e Tribunale di vicenza

Montebello Vicentino sottoscrive il protocollo di intesa con Provincia e Tribunale di vicenza

pubblicato il 10/04/2019
Protezione Giuridica e Amministrazione di Sostegno, cresce l'adesione dei Comuni Vicentini

Anche il Comune di Montebello Vicentino aderisce al Protocollo d’Intesa nell’ambito della gestione della volontaria giurisdizione per il miglioramento dell’efficacia dei servizi di giustizia relativi alle materie legate alla protezione giuridica e all’amministrazione di sostegno.

Lo strumento ideato e portato avanti dal Presidente del Tribunale di Vicenza dottor Alberto Rizzo, in stretta collaborazione con la Provincia di Vicenza, si rivolge alle persone che per qualsiasi patologia si trovino, parzialmente o temporaneamente, "prive in tutto o in parte di autonomia nell'espletamento delle funzioni della vita quotidiana", prevedendo, nel quadro di un progetto individuale, interventi di sostegno temporaneo o permanente;

“E’ un progetto – sottolinea il Presidente della Provincia di Vicenza Francesco Rucco - di grande rispetto verso i cittadini ed il Territorio. Non solo la Pubblica Amministrazione va a casa dei più deboli, coloro che sono allettati o che si trovano, parzialmente o temporaneamente impossibilitati a muoversi autonomamente, evitando situazioni di grande sofferenza, anche sotto l’aspetto della dignità, per chi le subisce, ma grazie alla video conferenza azzera costi e tempi di trasferimento, dal momento che non ci sarà più la necessità di arrivare a Vicenza spesso con un autolettiga o una macchina medica, che invece potranno essere liberate ed utilizzate per altri casi di necessità medica o urgenza”.

Soddisfatto anche il Sindaco del penultimo Comune dell’Ovest Vicentino Dino Magnabosco: “Consentirà al centinaio di ospiti non autosufficienti della nostra Casa di Riposo e comunque ai nostri concittadini che ne avranno necessità, di poter accedere al servizio dell’amministratore di sostegno senza traumi, restando nel proprio ambiente”.

Obiettivo del Presidente Rizzo, la capillarizzazione del Servizio: “Dobbiamo riuscire a coprire tutto il nostro Territorio e piano piano ci stiamo arrivando”.

 

archiviato sotto: