Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Tu sei qui: Home / Focus / Con la voce e con la musica - Concerto di Ferragosto a Tonezza.

Con la voce e con la musica - Concerto di Ferragosto a Tonezza.

pubblicato il 15/08/2009
Questo evento nasce dalla volontà dell'Assessorato Provinciale alla Cultura di celebrare degnamente la figura e l'opera di Antonio Fogazzaro, nell'imminenza, ormai, del centenario della morte, avvenuta nel Marzo 1911, con una serie di manifestazioni prettamente fogazzariane. Il 15 agosto prossimo, si terrà a Tonezza il concerto che renderà omaggio allo scrittore vicentino.
Tonezza omaggia Fogazzaro con la voce e con la musica
Sabato 15 agosto 2009 ore 17 - Pala Congressi di Tonezza

La Provincia di Vicenza propone un ferragosto all'insegna della cultura e della vicentinità: un appuntamento che "con la voce e con la musica" omaggia Antonio Fogazzaro a Tonezza, terra dove lo scrittore vicentino amava trascorrere ore di vacanza e serenità.
Il Pala Congressi di Tonezza, che ancora oggi offre interessanti spunti ai turisti amanti della montagna, ospiterà sabato 15 agosto a partire dalle 17 due momenti celebrativi del Fogazzaro. Il primo, "con la voce", è una conferenza durante la quale Giovanni Matteo Filosofo si propone di approfondire la vita e le opere dello scrittore e poeta. Filosofo è un attento conoscitore del Fogazzaro. Curatore di una mostra fotografica permanente a lui dedicata allestita a Lago di Velo d'Astico, conduce periodicamente itinerari ai luoghi fogazzariani e alle ville palladiane.
A seguire, alle 18.30, spazio alla musica con il concerto a cura de I Filarmonici Europei, formazione che coinvolge giovani di vari Paesi europei e che proprio a Tonezza farà il suo debutto italiano, per poi iniziare una tournee che vedrà la formazione impegnata dapprima in Francia e poi in America Latina.
"Il rapporto tra Fogazzaro e la musica -sottolinea l'Assessore Provinciale alla Cultura Martino Bonotto- connota in modo intenso e costante l'attività artistica dello scrittore dal punto di vista delle relazioni con i compositori del suo tempo, della presenza di aspetti ritmici e melodici in materia di stilistica inerente alla sua scrittura, nonché in termini di effettiva e diretta conoscenza della letteratura e del mondo musicale. La musica è per lui fonte di ispirazione, ma anche occasione per la creazione di raffinate atmosfere poetiche e narrative."
Il programma del concerto è stato appositamente studiato per rendere omaggio al Fogazzaro dal maestro Roberto De Maio, direttore de I Filarmonici Europei, e dal professore Giuseppe Longo, docente di letteratura italiana e latina al Liceo Classico Pigafetta di Vicenza.
Si divide in due parti: la prima barocca, con l'esecuzione de "Ouverture des Nation Anciennes et Modernes » di Georg Philipp e del "Concerto in Re minore per due violini e orchestra BWV 1043" di Johann Sebastian Bach e la seconda di più recente composizione, con la "Sinfonia per archi n. 7 in re minore" di Mendelssohn-Bartholdy e "Simple Synphony" di Benjamin Britten.
"Il rapporto tra musica e letteratura -commenta Longo- è basilare nello scrittore vicentino proprio perché la sua scrittura tende spesso a conciliare i generi della poesia, di per sé innervata dai valori sonori dei ritmi, e quello del romanzo, da lui inteso come espressione artistica formalmente più idonea, rispetto ad altre, a rivelare lo spirito del suo tempo."
"In particolare -sottolinea De Maio- il legame è stretto tra Fogazzaro e Mendelssohn, per la natura essenzialmente lirica di diversi momenti della loro produzione. Per altro verso, l'arte di Britten sembra essere affine alla parte più ambigua e rivolta alla modernità dell'animo fogazzariano."
L'evento nasce dalla volontà dell'Assessorato Provinciale alla Cultura di celebrare degnamente la figura e l'opera di Antonio Fogazzaro nell'imminenza, ormai, del centenario della morte, avvenuta nel Marzo 1911. Si intende privilegiare il territorio vicentino e, soprattutto, i luoghi che lo scrittore più amò, tanto da farne scenario di alcuni dei suoi maggiori romanzi.
"Tonezza -spiega l'Assessore Martino Bonotto- è stata "cantata"dal poeta in uno dei capitoli più suggestivi e drammatici del "Piccolo mondo moderno", con descrizioni ambientali così precise, che hanno permesso qualche anno fa al Comune di ritrovare il "Sentiero" che i due protagonisti del romanzo percorrono assieme, in una natura e in un ambiente mai estranei ai moti dell'animo. Per questo, è giusto che Tonezza renda omaggio a Fogazzaro: con la voce, per raccontare il poeta, la valle, il paese tra i monti, i sentimenti d'amore; e con la musica, di autori che lo stesso scrittore prediligeva e amava."
La gestione organizzativa dell'evento è a cura dell'Associazione Culturale Pantarhei ed è stata possibile grazie alla collaborazione del Comune di Tonezza.
Ingresso libero. Informazioni all'Ufficio Cultura della Provincia di Vicenza, tel. 0444.908214.