Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Tu sei qui: Home / Focus / Ad Asiago un convegno per parlare di calcio e di ritorno alla passione sportiva

Ad Asiago un convegno per parlare di calcio e di ritorno alla passione sportiva

pubblicato il 16/12/2008
"Calcio, quale futuro?" è il titolo della due giorni, 16 e 17 dicembre, dedicata alle problematiche legate a questo sport. Relatori illustri e coinvolgimento delle scuole.
 

Crisi economica, eccessiva frammentazione dei campionati, sicurezza negli stadi. Sono gli argomenti della due giorni di convegno organizzata ad Asiago il 16 e 17 dicembre prossimi dal giornalista Gianadolfo Trivellato dal titolo emblematico "Calcio Quale Futuro?"

Un convegno che se da una parte avrà davvero un parterre de roi nei relatori chiamati ad intervenire sui diversi argomenti, dall'altra vedrà fra il pubblico oltre 100 ragazzi delle classi IV delle scuole superiori dell'Altopiano, per le quali è stato pensato un concorso a premi.

Presentata questa mattina nella Sala Consiliare di palazzo Nievo, presente il vice-sindaco asiaghese Roberto Rigoni, la manifestazione ha avuto anche il patrocinio della Provincia di Vicenza e ne spiega il motivo l'Assessore Provinciale allo Sport Marcello Spigolon: "Sono tutti argomenti che costituiscono gli ingredienti della crisi del sistema pallone. Una crisi economica ma anche di immagine. Una volta si aspettava la domenica per andare alla partita, oggi si gioca praticamente ogni giorno a causa di calendari imposti dalle televisioni e questa è una delle prime cause del disamoramento dei tifosi. Dobbiamo recuperare la gente alla passione sportiva ma per far questo occorre una diversa strategia, se non un cambio di rotta".

In effetti il convegno altopianese, patrocinato anche dalle amministrazioni comunali di Asiago e di Vicenza nonché dal Coni provinciale, sarà l'occasione per lanciare un appello a tutte le componenti del calcio, Federcalcio in primis, affinché si affrontino le cause strutturali di un disagio che vede sempre più gli spalti vuoti e che ora, dopo le decisioni governative in fatto di Iva, rischia di privare il pallone di un'altra fetta di spettatori. Per ritornare dal tifoso utente e acquirente, al tifoso tout court.

Coordinato da Stefano Edel e sponsorizzato da alcune ditte (Nest2 di Padova, Rigoni di Asiago, Consorzio Tutela Formaggio Asiago e Famila), il dibattito vedrà alternarsi ai microfoni Sergio Melai, consigliere nazionale Coni, Sergio Campana, Presidente dell'Associazione Italiana Calciatori, i giornalisti Italo Cucci, Giancarlo Padovan e Bruno Pizzul, il procuratore Claudio Pasqualin e la vecchia gloria del Milan Giovanni Lodetti.