Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Tu sei qui: Home / Focus / 25 febbraio 2007: la Provincia invita i Comuni ad aderire alla giornata senza auto.

25 febbraio 2007: la Provincia invita i Comuni ad aderire alla giornata senza auto.

pubblicato il 23/02/2007

Il prossimo 25 febbraio sarà una domenica senza auto in tutta l'area padana. È quanto stabilito dall'Accordo tra le Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia , Lombardia, Piemonte, Valle d'Aosta , Veneto,  Province autonome di Trento e Bolzano e dal tavolo tecnico interregionale permanente del bacino padano , che sollecitano gli enti territoriali ad aderire a questa iniziativa per la prevenzione e la riduzione dell'inquinamento. " Tengo a chiarire- spiega l'Assessore provinciale all'Ambiente Walter Formenton - che si tratta prevalentemente di una iniziativa volta a stimolare  il senso di responsabilità e la presa di coscienza del problema da parte dei cittadini. Siamo pienamente consapevoli che una giornata di traffico limitato non risolverà la pesante situazione che vivono le nostre città a causa della stagnazione di sostanze inquinanti. Credo però che queste occasioni siano utili sia per  far riflettere tutti , sia per creare una cultura e una mentalità disponibile ad affrontare i cambiamenti di vita che tutti saremo chiamati a fare per bloccare, se non eliminare, la crescita dell'inquinamento atmosferico."

Dalle 9 alle 18 quindi per  domenica 25 febbraio il Comune di Vicenza ha già emesso un'ordinanza di limitazione al traffico. E la Provincia ha invitato ad aderire all'iniziativa  tutti i 121 Comuni del territorio, con maggiore sollecitazione i Comuni ricadenti nella zona A1 agglomerato. L'accordo inerregionale infatti  impegna le amministrazioni comunali a promuovere azioni condivise , coordinate ed omogenee  e a promuovere comportamenti virtuosi per una maggiore responsabilizzazione di tutti i cittadini nelle strategie di lotta all'inquinamento.

" Chiedo quindi a tutti i cittadini della nostra provincia,  - continua l'Assessore Formenton- di aderire a questa giornata e di lasciare per poche ore le automobili in garage, dando così un piccolo segnale di buona volontà sulla via del risanamento del nostro territorio. Ai Comuni mi rivolgo perché emettano ordinanze di adesione all'iniziativa del 25 febbraio."

Alta concentrazione di traffico, di attività produttive , di insediamenti, condizioni meteo che favoriscono la stagnazione di polveri e inquinanti sono un denominatore comune di tutto il nord Italia e della pianura in particolare , dove i limiti di concentrazione nell'aria vengono superati frequentemente.

"In concreto,- prosegue l'assessore -   vediamo dove dovranno concentrarsi le forze nei prossimi anni. L'accordo interregionale parla di agire su diversi fronti. Limitare progressivamente la circolazione dei veicoli più inquinanti, orientare il mercato verso tipologie a minore impatto, agevolare l'installazione di filtri antiparticolato nelle nuove vetture e in quelle già circolanti, regolamentare l'uso di combustibili e orientare così il mercato verso la diffusione di soluzioni tecnologiche sostenibili, promuovere campagne informative sull'utilizzo di fonti energetiche rinnovabili , sostenere e incentivare il trasporto pubblico locale e sostituire i mezzi con veicoli a basso impatto". Insomma la lista è lunga, ma fare qualcosa, senza cedere al pessimismo, sembra possibile. E in questo senso il tavolo tecnico interregionale si sta muovendo con il confronto su tre tematiche in merito alle quali pianificare azioni condivise: trasporti e mobilità, emissioni da sorgenti stazionarie a partire dagli impianti termici civili e industriali a biomasse , modellistica e monitoraggio dell'aria.

"Siamo in attesa del bando della Regione Veneto - conclude Formenton- per accedere ai fondi strutturali che dovrebbero permettere alle Province di pianificare un programma di interventi . Si tratta di  20 milioni di euro che consentirebbero a tutto il Veneto di mettere in campo strategie concrete a medio e lungo termine. "