Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Funzioni

Tu sei qui: Home / Ente / La struttura della Provincia / Funzioni / Urbanistica / BANDO PER L'ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI AL RECUPERO DI SITI DEGRADATI

BANDO PER L'ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI AL RECUPERO DI SITI DEGRADATI

pubblicato il 10/09/2014

provincia per bando.png

SCADENZA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: 15.11.2018 ORE 12

La Provincia di Vicenza, in applicazione dell’art. 45 sexies della L.R. 11/2004, è inserita nell'elenco regionale degli enti idonei per l’esercizio delle competenze in materia di paesaggio per i seguenti Comuni: Agugliaro, Arcugnano, Bressanvido, Camisano Vicentino, Campiglia dei Berici, Castegnero, Cogollo del Cengio, Crespadoro, Gambellara, Grisignano di Zocco, Grumolo delle Abbadesse, Lastebasse, Longare, Marano Vicentino, Montebello Vicentino, Montegalda, Montegaldella, Monteviale, Monticello Conte Otto, Nanto, Pedemonte, Rotzo, San Pietro Mussolino, Sarcedo, Tonezza del Cimone, Torri di Quartesolo, Valdastico, Val Liona (Grancona e San Germano dei Berici), Villaga, Zermeghedo, Zovencedo e Zugliano.

In particolare la Provincia è competente al rilascio di autorizzazioni paesaggistiche relativamente a:
•interventi soggetti a procedura semplificata (Allegato “B” del DPR n. 31/2017);
•interventi soggetti a procedura ordinaria ai sensi dell’art. 146 del D.lgs n. 42/04;
•Interventi già realizzati in assenza del titolo paesaggistico, in caso di lavori eseguiti in assenza o difformità della prescritta Autorizzazione Paesaggistica, riferibili ad “abusi minori” previsti dall’art. 167 comma 4° del D.lgs n. 42/04.

In quest’ultimo caso, qualora sia possibile sanare l’intervento eseguito abusivamente, in applicazione dell’art. 167, comma 5, del D.Lgs 42/2004, i soggetti coinvolti sono obbligati al pagamento di una sanzione che viene determinata con il procedimento approvato con DGP n. 6 del 24/01/2012, come mutuato dalla Delibera di Giunta regionale n. 2072 del 07/12/2011.

Le sanzioni conseguenti alla avvenuta realizzazione di opere in aree soggette a vincolo paesaggistico possono essere utilizzate per finalità di salvaguardia e recupero di valori paesaggistici,  per la riqualificazione degli immobili e delle aree degradati e per interventi di rimessione in pristino,  secondo quanto enunciato dall’art. 167, comma 6, del Dlgs 42/2004.

La Provincia ha inteso utilizzare le risorse economiche introitate a seguito dell’applicazione delle sanzioni  sopra citate  per il recupero e la riqualificazione di siti degradati. Le somme saranno devolute, a titolo di contributo, esclusivamente ai Comuni  per i quali la Provincia  esercita la delega delle funzioni amministrative in materia di paesaggio.

Per tale finalità ha approvato, con Decreto del Presidente n. 87 del 01.10.2018 il bando allegato con cui vengono disciplinate le modalitàdi assegnazione dei contributi.

Con nota prot. 64591 del 02.10.2018 il bando ed i documenti collegati sono stati trasmessi ai Comuni interessati per renderli edotti dell'iniziativa e per garantire una più ampia partecipazione.

 

STATO DEL PROCEDIMENTO: FASE 1 - Presentazione richieste da parte dei Comuni