Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

E-mail istituzionale info@provincia.vicenza.it

E-mail posta certificata provincia.vicenza@cert.ip-veneto.net

Funzioni

Tu sei qui: Home / Ente / La struttura della Provincia / Funzioni / Turismo / Strutture ricettive complementari

Strutture ricettive complementari

pubblicato il 19/04/2010

ostello.jpg

 

Pagina in aggiornamento: si prega di contattare gli uffici

 

 

 

Riferimenti normativi:

Legge Regionale n. 11 del 18 giugno 2013 "Sviluppo e sostenibilità del turismo veneto"
Legge Regionale n. 33 del 4 novembre 2002 "Testo unico delle leggi regionali in materia di turismo".

 

In attuazione a quanto disposto dalla L.R. 11/2013 “Sviluppo e sostenibilità del turismo veneto” la Giunta Regionale del Veneto con deliberazione n. 419 del (pubblicata sul BUR n. 40 del 24 aprile 2015 del 24.04.2015) ha approvato i nuovi criteri per la classificazione delle strutture ricettive complementari

Il testo della DGR e i relativi allegati sono consultabili nel sito della Regione Veneto: http://bur.regione.veneto.it/BurvServices/pubblica/DettaglioDgr.aspx?id=295553

La nuova legge regionale n. 11/2013 suddivide le strutture ricettive complementari in cinque tipologie: gli alloggi turistici, le case per vacanze, le unità abitative ammobiliate ad uso turistico, i bed & breakfast ed i rifugi alpini
Si evidenzia che la succitata DGR n. 419/2015 ha introdotto anche per le strutture complementari una classificazione su tre livelli avente come simbolo il leone alato veneziano (due, tre, quattro leoni). I requisiti, per ciascuna tipologia, sono elencati nel rispettivo allegato al quale si rimanda per opportuna conoscenza e verifica:
Allegato B) con i requisiti per gli alloggi turistici;
Allegato C) con i requisiti per le case per vacanza;
Allegato D) con i requisiti per le unità abitative ammobiliate ad uso turistico.
Allegato E) con i requisiti per i bed and breakfast.
(I Rifugi alpini ed escursionistici sono al momento ancora disciplinati dalla L.R. 33/2002 e saranno oggetto di un apposito provvedimento Regionale)

Secondo la nuova normativa, dunque, ogni struttura ricettiva complementare dovrà richiedere la nuova classificazione all'interno di una delle quattro sopraelencate tipologie. Si sottolinea che secondo le nuove norme TUTTE LE STRUTTURE RICETTIVE COMPLEMENTARI CLASSIFICATE DI NUOVA APERTURA (ad eccezione del bed and breakfast) dovranno essere ubicate in un immobile, o parte di esso, avente destinazione d'uso TURISTICO-RICETTIVA.
Inoltre – con l'eccezione del bed and breakfast con apertura occasionale - è necessario essere in possesso di apposita partita IVA oltre a fornire i servizi elencati negli allegati della DGR n. 419/2015 necessari alla classificazione.
Alla pagina
http://www.regione.veneto.it/c/document_library/get_file?uuid=0f649b42-3b89-4500-8387-36c276ddef92&groupId;=10813
del sito della Regione Veneto, è consultabile una lista di domande frequenti relative alle nuove tipologie di strutture complementari.

Per ottenere la classificazione si deve inoltrare la domanda di classificazione alla Provincia TRAMITE sportello Unico (SUAP) del Comune nel quale è ubicata la struttura ricettiva, come spiegato alla seguente pagina:
http://www.regione.veneto.it/web/turismo/come-chiedere-la-classificazione
Dopo aver ottenuto la classificazione, il titolare dovrà presentare la Segnalazione Certificata Inizio Attività (SCIA) al Comune.

Per informazioni e chiarimenti, si possono contattare i nostri uffici.