Strumenti personali

Tu sei qui: Home / Ente / La struttura della Provincia / Funzioni / Innovazione / Progetto Vicenza 2.0

Progetto Vicenza 2.0

Il manifesto del progetto Vicenza 2.0

 

1. Il pericolo e l’opportunità: Vicenza 2.0
Vicenza 2.0 si pone come il momento fondante di uno sforzo comune nella nostra provincia, uno sforzo che metta insieme la politica, l’innovazione tecnologica e l’impresa. Al servizio delle persone. Lo scopo è porre le basi per far nascere una nuova energia che dia al nostro tessuto economico la spinta per cambiare ed essere competitivo nel mercato che ci attende alla fine di questa crisi.
2. Innovazione, ricerca, politica
Noi crediamo che vi sia reale innovazione quando i soggetti che la creano operano in modo concertato, quando la politica, la tecnologia e l’impresa producono un programma di ricerca e cambiamento concertato.
3. Innovazione e persone
Noi crediamo che l’innovazione debba passare per le persone. Debba cioè proporre non pensieri astratti ma soluzioni concrete al servizio delle persone. L’innovazione che non tenga conto dei bisogni delle persone non è destinata a generare mutamento positivo.
4. Innovazione e territorio
Vogliamo partire dall’identità del nostro territorio, dalle sue risorse per introdurre in ogni settore elementi che ne aumentino il valore. Innovazione è cambiamento non stravolgimento. Crediamo in ciò che è stato costruito e che rappresenta la base
dalla quale partire.
5. Innovazione e cultura
Siamo fermamente convinti che la crisi ci condurrà ad un cambiamento che porrà sempre più al centro delle strategie innovative la cultura. Vogliamo rilanciare il nostro patrimonio culturale utilizzando le nuove opportunità offerte dalla rete globale e dalla diffusione delle tecnologie che veicolano l’informazione e la comunicazione. Vogliamo realizzare un circolo virtuoso, che coinvolga in modo attivo enti di ricerca, fornitori di tecnologia, amministrazioni locali, tessuto imprenditoriale e servizi avanzati.
6. Innovazione e giovani
Abbiamo un solo vero capitale per il futuro: i giovani della nostra provincia, la loro intelligenza, il loro desiderio di futuro. Senza di loro non è possibile pensare all’innovazione. Vogliamo coinvolgerli in questo sforzo, vogliamo che ne siano parte attiva. Ci impegniamo a valorizzare con più forza la risorsa che i giovani rappresentano lavorando come amministrazione, come impresa, come settore tecnologico al loro pieno coinvolgimento.
7. Innovazione e comunicazione
L’innovazione non è un atto solitario di qualche intelligenza solitaria ma il lavoro comune di una intera società. Perciò ci impegniamo a innalzare attraverso tutti gli strumenti possibili il livello di comunicazione tra le persone al fine di favorire lo scambio delle idee e la crescita di nuovi progetti.

8. Innovazione e opportunità
Come amministrazioni e come imprese ci impegniamo a favorire lo sviluppo di nuove iniziative imprenditoriali basate sui processi innovativi attraverso la ricerca di finanziamenti, agevolazioni e ogni altra opportunità.

9. Innovazione e compatibilità
Crediamo fermamente che l’innovazione debba essere compatibile con i patrimoni che abbiamo ereditato, con le realtà del territorio culturali e materiali. Ci impegniamo a sviluppare tutti i progetti che abbiano un alto grado di compatibilità con la realtà che ci circonda e che siano rispettosi del nostro ambiente

10. Innovazione e integrazione
Crediamo che l’integrazione sia un valore che sta alla base dell’innovazione. Vogliamo operare affinché vi sia integrazione tra generazioni, tra persone, tra etnie senza che nessuno rimanga indietro o non sia coinvolto nel cambiamento.
11. Innovazione e Pubblica Amministrazione
Crediamo che la Pubblica Amministrazione debba essere motore di Innovazione e Sviluppo di una nuova cultura. Le Autonomie Locali sono gli Enti più vicini alle esigenze della comunità e del cittadino in qualità di soggetti pubblici chiamati all’erogazione di servizi
ed alla gestione del territorio. La Provincia di Vicenza a questo fine ha utilizzato la leva dell’innovazione tecnologica per una nuova comunicazione. In termini di organizzazione vogliamo rivedere le regole interne per la programmazione degli obiettivi attraverso un confronto pubblico in modo da poter accogliere in modo diretto le esigenze del territorio.